Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La colpa oscena della nostra società non sta..." di Paul Mehis


17
postato da , il
I politici e soprattutto i potenti in genere sembrano trascinati nel fare "nefandezze". Molti farebbero molto per accumulare i propri priviliegi. Noi cittadini, come dico da anni, ci siamo adagiati nel credere che la politica ormai fosse cosa stabile e fatti convincere che non valgono le idee politiche, ma gli uomini. Ci siamo fatti scippare una capacità di analisi del risultato politico che era quella della scelta di persone che rappresentassero idee. Abbiamo lasciato andare avanti personaggi (tutti) populisti i quali dicono tutti più o meno le stesse cose senza nessun distinguo politicamente netto.

Per ricreare la Democrazia è necessaria la partecipazione attiva di tutti i cittadini, ma noi ce la siamo fatta scippare. E adesso rischiamo che per levare questa gente dovremo aggire in maniera molto fattiva. Finché non si creeranno dei movimenti politici nuovi che rappresentino solide idee ed abbiano rappresentanti politici con la volontà di fare e non di prendere le cose andranno così ... Bisognerebbe che il popolo sapesse e capisse di avere la forz di poter fare un RIBALTONE, almeno per adesso ... se andiamo avanti così, forse, tra dieci anni, se non prima, servirà una rivoluzione ... Se continuiamo a fare le pecore queste persone che dovrebbero rappresentarci, di cui forse qualcuna si salva ancora, marciranno tutte e si prenderanno ciò che resta della nostra democrazia.
16
postato da , il
Se chiedessimo di alzare la mano a chi non è d'accordo sono sicura che nessuno mano
la alzerebbe. Però nonostante le porcherie a cui assistiamo da decenni e che l'ITALIA
non merita, mi chiedo chi ha formato e votato questa classe dirigente.
Inoltre mi chiedo in questa falsa Democrazia quale potere ha il cittadino per impedire
tutto questo. Credo nessuno. Ormai l'esercizio del voto ha perso ogni significato.
Purtroppo il vicolo è cieco. Che fare ?  Rimane solo l'individulità del singolo cittadino
che deve ristabilire il principio di onestà, equità e trasparenza per chi si occupa del
bene pubblico. Nessun partito propone in modo fermo , deciso e concreto la pena
spettante a chi ne abusa. E' un peccato che la nostra bella antica Italia, culla della cultura
e del bello venga infangata da un manipolo di ladri e lestofanti. A noi (spero un giorno)
l'ardua sentenza!!
15
postato da , il
questa è attualità allo stato puro ...ns malgrado
14
postato da , il
Per fortuna hai scritto "quasi tutti accetterebbero"! ... Intanto sembra che molti si lascino trascinare alla nefandezza sapendo di aver un grosso tornaconto. Qualcuno si nasconde dietro il dire: "Ma sì, per una volta ..." ... E lì dietro si nasconde l'inizio della nefanda ascesa ... se va bene!
13
postato da , il
Ho votato e riletto la tua frase... oggi mi sembra ancora più attuale.
Ciao Paul

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti