Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Sarebbe bellissimo andare lassù e..." di Giuseppe Cepparulo


15
postato da , il
Sergio...
Ti è mai capitato di sentire un "tuo" pensiero, in cui ti veniva detta, da persona conosciuta o anche sconosciuta, una certa cosa che non conoscevi (perché si stava verificando altrove, o perché doveva ancora verificarsi), e di riscontrare poi che rispondeva esattamente a verità?
Ti è mai capitato di sentire un "tuo" pensiero, da te attribuito a persona da te sconosciuta, in cui ti veniva data un'informazione pratica per altra persona anch'essa a te sconosciuta, ma che conoscevi dopo qualche giorno, la quale riscontrava esatto ed estremamente utile il messaggio?
Ti è mai capitato di assistere, nottetempo, al fenomeno di una famiglia intera che vedeva aggirarsi un'ombra per casa, e sapere che quello era un segno di m0rte che si ripeteva da circa 700 anni in quella famiglia, e l'indomani mattina vedere puntualmente pervenire una telefonata annunziante il dec*esso a causa di infarto di una persona di famiglia che stava benissimo?
Ti è mai capitato di fare un patto con qualcuno, relativo a un segnale post m0rtem, e di ricevere puntualmente quel segnale (nella specie, ripetuti colpi ad una porta inaccessibile dall'esterno, perché situata all'interno di un edificio completamente chiuso e non abitato da altre persone)?
Ti è mai capitato di essere "testato" da un medium (per appurare se tu fossi medium) e "sentire" il tuo corpo come una sorta di sfera del diametro di circa 10 metri, contro la quale faceva pressione un'altra sfera delle medesime dimensioni? E vedere quell'altra persona vacillare? (Lo so che sembrano cose da "Star wars", ma è la pura verità!)
Ti è mai capitato di renderti conto di potere,con i tuoi sentimenti e con il tuo volere, influire (sia in bene che, purtroppo e con sommo stupore, in male) sugli eventi esterni riguardanti altre persone (non parlo di cose da nulla, ma di guarigioni inspiegabili o di malattie m0rtali) ?
Ti è mai capitato di scrivere, non in stato di trance, ma in condizioni di perfetta lucidità, cose su argomenti che neanche conoscevi, e di venire poi a sapere che erano perfettamente esatte?
Ti è mai capitato di renderti conto di potere a tuo piacimento influenzare i sentimenti e le decisioni altrui con il solo potere della tua mente?
Hai mai scritto nomi di extraterrestri riscontrando che gli stessi nomi erano stati scritti da altri "contattisti"?
Ti è mai capitato di camminare per strada e, quasi per gioco, "chiamare" con la mente persone che ti camminavano dinanzi volgendoti le spalle, e vederle voltarsi cercando chi le avesse chiamate?
Hai mai effettuato prove di chiaroveggenza con le carte Zener "indovinando" 25 carte su 25 ?
E l'elenco potrebbe continuare all'infinito...
Dimmi: ti sono mai capitate tutte queste cose?
NO?
Beh, neanche a me.
O, se sì, non te lo dico.  : ))))))))))))))))
14
postato da , il
Grazie Vincenzo! Mi fa piacere che tu possa ammirare il mio dire.

Caro Pino, non ho detto che credo solo in ciò che tocco e vedo, ma intendo dire che credo in ciò che è dimostrabile...

Per me è dimostrabile solo che certe persone care le continuiamo a sentire perché così vuole la nostra mente ... quindi esistono, ma non intorno a noi, ma soprattutto dentro noi. Come dicevo qualche messaggio fa, io a volte mi "rivolgo" ai miei cari, ma so che le loro risposte sono ciò che loro hanno depositato dentro me. Sono IO che trasporto il loro pensiero. Noi siamo l'estensione di chi ci ha comunicato e non c'è più, siamo noi a rappresentare quel che resta di loro ...

Tutti i fenomeni paranormali di cui qualcuno parla si verificano sempre, stranamente, in condizioni non riproducibili o non scientificamente validabili. Per quanto mi riguarda ogni fenomeno paranormale ha una spiegazione nel nostro desiderare intensamente di comunicare con i non viventi...

Ho una mia capacità di concentrazione che arriva, spesso, a dei livelli paragonabili all'andare in trance, ma non per questo cose che io abbia visto o sentito in quello stato mi riconducono a credere che esistano spiriti. L'unica cosa che credo è che quella forte concentrazione mi riporti messaggi che altri, vivi o non piu vivi, hanno lasciato in me. Quindi miei pensieri ... Tante volte mi è sembrato di dialogare con una persona amata non presente, tante volte mi è sembrato di dialogare con mio padre, mio nonno (che non ci sono più) ... Ma SO che quei dialoghi sono semplicemente il tirar fuori da dentro me ciò che ho appreso, sentito, assorbito stando con loro...
13
postato da , il
E per dirla col Foscolo, del quale vedo che in qualche modo segui il pensiero... "All'ombra dei cipressi e dentro l'urne" non si dorme il duro sonno della m0rte, perché non cè niente: assolutamente niente se non vecchi vestiti usati. Seri indizi, infatti, inducono a ritenere che chi li indossava continui il suo cammino altrove.
12
postato da , il
: )))))))))
Sergio, non esiste solo la scienza.
La scienza ha scoperto configurazioni insospettabili sia nell'infinitamente grande che nell'infinitamente piccolo; ma anche nella dimensione psichica dell'essere umano, collocato esattamente a metà di questa scala di grandezze, esistono realtà insospettabili a prima vista.
Esistono percezioni che vanno al di là dei suoi sensi.
Esistono fatti che cadono sotto i suoi sensi, e che sono inspiegabili.
Esistono poteri che vanno al di là di ciò che sarebbe umanamente possibile.
Esiste il senso e la consapevolezza interiore del mistero che lo circonda: senso e consapevolezza che costituiscono il nutrimento primario dell'arte.
...Sono più le cose che esistono e non vediamo, delle cose che vediamo. Le quali ultime, oltretutto, spesso... non esistono per come le vediamo, ma le vediamo così solo perché così le decodifichiamo, come la luce e i colori (che sono onde elettromagnetiche come tutte le altre) o le stesse cose "materiali" che ci circondano, le quali scomparirebbero come d'incanto se fossimo in grado di percepire gli atomi e il mondo sub-atomico.
   Come puoi credere che "esista" solo ciò che vediamo, tocchiamo e sentiamo, se già la sola scienza ha mostrato chiaramente che la "realtà" che vediamo è di mera natura percettiva?
11
postato da , il
Caro Pino, non capisco cosa significhi quello che tu dici: "Sono intorno a noi, ma noi non li vediamo"... Se non li vediamo o sentiamo come facciamo a SAPERE che sono intorno a noi?

L'unico modo per saperli intorno a noi è il nostro ricordarli ed il ricordarl degli altri ...

Ciao!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti