Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Pensavo che mi sarei innamorata di grandi..." di Nadia Bressan


20
postato da , il
Premesso che al vitello non rinunzio, e che il luogo del convegno a mio avviso non dev'essere nè Napoli nè la Sardegna, ma Roma, sia per la presenza del teologo teutonico (magister della parabola, dell'iperbole e in genere di ogni conica: anche del cerchio, essendo quotidianamente all'opera per far quadrare quello delle immense ricchezze pontificie con le pietose lacrime che sgorgano dal suo cuore per ogni afflitto e miserabile, cui diuturnamente per tal motivo fa dono di belle parole e benedizioni); sia dunque, dicevo, per la presenza del Vicario, sia perché, come noto, i Vitelli (e talvolta anche i Vicari e relativo seguito) dei romani sono belli; premesso altresì che non sono un chierico, e che dunque, quantunque felice e fiero di questa libertà di pensiero, non sono in grado di fornire interpretazioni autentiche della parabola, salvo un generico e pratico amor di pace (che è già tantissimo); premesso ancora che per la pace sono tempi duri, anzi durissimi, giacché ultimamente mi vengono attribuiti crimini di ogni sorta, ed è dura mantenere la pace quando si è sotto assedio con Annibale, Asdrubale e quant'altri costantemente alle porte; premesso infine che di tutto ciò in definitiva non molto mi cale, stante che è a rischio la stessa sopravvivenza, giacché, scansato (speriamo) il pericolo della neve e del gelo, rimangono quello del terremoto (lo sciame è sempre in agguato) e quello della terribile influenza che è in giro (ipotesi drammatica: immaginarsi a letto con la febbre a 40, il terremoto e 15 gradi sotto zero: se resti in casa fai la fine del topo, se esci crepi di polmonite sia virale che naturale); tutto ciò premesso, io per la verità... non ricordo di cosa con precisione stessimo parlando e dunque saluto tutti e vado a prepararmi il pranzo.
   Comunque (ah, ecco!) tengo a precisare di non essere un padre misericordioso, bensì un temibile guerrafondaio, giacché non riesco mai a non dire ciò che sia pur confusamente penso (effetto dell' alzheimer incombente), a non difendere coloro che ritengo vilipesi ed oppressi, e genericamente a non agitarmi (agitazione psicomotoria senile, altrimenti detta con termine scientifico "artéteca") col bel risultato di trascinarmi dietro, molto spesso, le recriminazioni e vituperi di torme vocianti, menti confuse illuse e deluse, e sensibilità offese: unitamente ai cavilli di torvi filosofi, conclamati poeti e sensibili, ma inconcludenti e vendicative massaie.
   Buon appetito.
19
postato da , il
Lucia, vedo che anche per te la parola "grasso" è connessa a qualcosa di negativo...
Comunque  mi piacerebbe capire quali sono le motivazioni che ti hanno spinto al vegetarianismo , morale , religione, salute....
Ad ogni modo , berrò alla tua Lucia, ciao.
18
postato da , il
Entro in punta di piedi, come un'eterea bellerina, in questa interessante discussione: scusate (parlo da vegetariana convinta) perche' amm*azza**re il vitello gras *so in onore di Giulio che ritorna? Non sarebbe meglio un fragoroso cin cin a base di prosecco??? Fa piu' allegria ed e' meno cruento...non prendete per oro colato le parabole: credetemi, li si parla di vitello gr*asso, solo perche' non conoscevano il prosecco....
Detto questo la frase non mi convince: quando sei innamorata davvero i confronti non gli fai piu': vedi tutto in un'altra ottica e Shrek diventa Principe azzurro.
17
postato da , il
Flavia, che tu ponga l' asterisco anche su "grasso" , penso si debba ricondurre all' idea negativa che le donne  hanno circa il sovrappeso  :-))
In quanto alla pizza, per me sarebbe davvero magnifico...- fermo restando che non capisco perchè proprio ai Tribunali - qui i 6 Tribunali  sono parecchio distanti l' uno dall' altro, vi lavori poco personale ma   si dice che funzionino bene :-))
16
postato da , il
L'espressione "i peccatori redenti che vengono accolti dal padre misericordioso" 
è chiaramente cristiana.
Non la condivido.
Giulio, lo staff, se ritiene di doverti  riammettere,
non am*ma*z*ze*rà il vitello gra*sso, siini sicuro; saremo io e Pino a venire a Napoli e tu ci offrirai la pizza ai Tribunali.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti