Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Siamo ancora in un Paese libero?" di Giorgio De Luca

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

19
postato da , il
I giovani si muoverebbero se i più adulti gli avessero insegnato. Io sono tra gli adulti ormai e mi rammarico di aver poco fatto perchè chi è più giovane di me capisca cosa significa essere cittadini e combattere per le proprie idee. Il guaio lo abbiamo creato noi più adulti caro Giorgio!
18
postato da , il
Sergio, fino a quando i "giovani" resteranno a "guardare" non ci sarà nessun cambiamento...
Oggi alle poste ho assistito ad una scena che mi ha lasciato alquanto perplesso, un vecchietto doveva pagare tre bollette per un totale di 419 euro, facendo la somma con le pensioni da ritirare (ne erano un paio) arrivava a 403 euro!!! E' stata una morsa al cuore, credimi. E' possibile che in uno stato "civile" come il nostro bisogna sopportare tutto questo? Come si può "vivere" con pochi spiccioli in tasca?
Chi aiuta questi poveretti?
17
postato da , il
Giò, Sanremo è vicino... dovremmo andare tutti insieme e cantare in coro: "ma và fan..."
16
postato da , il
Si Sir Jo ...gli italiani stanno ancora troppo bene,è questa la verità: ci siamo abituati a vivere del superfluo che ormai conta più dell'essenziale...chissà che questa crisi non sia positiva per rivedere un pò la nostra scala di valori.
15
postato da , il
Ho appena finito di vedere quanto è accaduto e sta accadendo in Grecia. Spero solo che il popolo italiano non debba cominciare a muoversi nello stesso verso.

Comunque sia mi chiedo ancora perchè noi non protestiamo; evidentemente stiamo bene e le nostre proteste per i diritti che man mano stiamo perdendo si limitano a battute tra il serio ed il faceto!

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati