Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Frase ID 143828

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

35
postato da , il
Al momento credo di essere ancora al livello che mi interessa di più l'aria ... Ma non ti nego il mio interesse per la verità ...

Il problema è discernere la VERITÀ dalle VERITÀ!
34
postato da , il
... no so perchè,

ma la tua frase crea una particolare assonanza (nel mio cervello)  dove dice:

e nemmeno tanto REALE.. cioè, era un esempio di qualche ESEMPLARE

Le parole reale ed esemplare suono come accordate ...

Ciò, comunque, non chiarifica nulla!!!

Ciao ;)
33
postato da , il
ma il silenzio di cui parlavo non era riferito alla mia persona...
era un esempio, e nemmeno tanto reale.. cioè, era un esempio di qualche esemplare...
ecco.
32
postato da , il
Io non sottovaluto per niente il silenzio, anzi me lo godo nella riflessione. Tu mi accusi di sentenziare. Io sentenzio il mio sentire e lo spiego per quanto possibile. La mia logica è osservazione e ricerca e le mie "sentenze" da quelle nascono.

Quello che può of*fen*dere è il sentire il tuo dire di sentenze come luoghi comuni ... Non credo le mie parole lo siano!

Io ascolto e rispondo.

Anche tu mi sembra sei uno che parla... Bisogna che facciamo entrambi attenzione... ;)
31
postato da , il
Se non ti è chiaro è perchè non lo capisci, e se non lo capisci, non dev'essere per forza colpa di qualcuno che ti espone un suo sentire. Inoltre se io non ho nessuna idea, non vedo perchè devi rispondermi allora L'altra volta hai perso un ora e più a parlare con qualcuno che non aveva nulla da dire... questo non è molto intelligente sir jo. Penso anche che i tuoi non sono "sentire", le tue sono sentenze molto spesso. Io non devo spiegare nulla... anche perchè c'è poco da spiegare. Se uno pensa che il silenzio non andrebbe sottovalutato, o lo capisci o non lo capisci, o sei d'accordo o non sei d'accordo... ma non puoi dire che è complicato da capire.  Potrei farti degli esempi per far capire meglio ciò che voglio dire... ma se non li hai vissuti questi esempi come potrei fartelo capire. E poi tu sei affossato sulla logica e sulla ragione.... quindi come potresti mai capire uno che una volta disse "non c'è un senso per arrivare a un senso", anche se costui, secondo me, spesso era fin troppo logico.

Sai che c'era uno che parlava e tutti gli stavano a distanza e aspettavano sempre qualche sua mossa sbagliata per saltargli addosso come gli avvoltoi. Poi c'era uno che invece stava sempre ad ascoltare, osservava e guardava. Molte persone gli andavano vicino per parlare con lui.. lui stava lì e se li guardava.. non aveva nulla da dire... ma molti gli andavano vicino e gli confidavano cose che non avrebbero mai pensato. Questo era cresciuto solamente ascoltando gli altri in silenzio. Quell'altro che parlava invece..... bhè, prova a indovinare.

Ciao

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati