Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Un amico è quello che, quando gli chiedi scusa..." di Miriam Zizzo


12
postato da , il
Povero anonimo...e che avrà fatto di male per meritare di innamorarsi di me?
Ne faccio disperare già uno...ma và là, piccola peste di una gioschina... ;-)
Quello che dici è giusto ma se ho capito bene (e non è facile) qui il discorso è un pò diverso.
Però riferendomi al caso da te indicato, mi viene da pensare che prima di lasciare andare da solo/a l'amico/a per la sua strada, sarebbe bello che colui che ha il carattere più forte,  si accerti che quest'ultimo sia in grado di affrontare il cammino.
Sentirsi fagocitati, inghiottiti, prevaricati non piace a nessuno ma il calore di una mano sulla spalla che ti dice: coraggio ci sono io con te e non ti lascio neanche se mi mandi via, credo sia qualcosa di veramente impagabile.
Prendi me per esempio, se mi lasci da sola combino tante di quelle catastrofi che, al confronto, lo tsunami è una pioggerellina di primavera!!
:-)
11
postato da , il
Quante volte credi di fare bene ed invece ti accorgi di aver fatto male? Oppure pensavi di esser buona, sempre presente ed invece la tua bontà e la tua presenza si sono rivelate solo un male per chi ti sa vicino? Certe volte è meglio ritirarsi, stare alla larga....soprattutto quando senti che qualcuno non sta più ragionando con la propria testa ma, con la tua e non è giusto......in quel momento devi allontanarti, dare libertà, dare respiro.....ognuno deve trovare la propria strada.....
L'amica può sentirsi abbandonata.....ti perdonerà per esserti allontanata da lei? Lei aveva bisogno di te ma tu non c'eri più! E tu ti perdonerai per averla allontanata?
E anonimo, si starà innamorando della dolce e simpaticissima Miriam???? Chissà!!
10
postato da , il
No amico mio, non sono né migliore né peggiore di te o di chiunque altro, e credimi, di ca**ate ne combino alla velocità della luce.
Non pensare che sia difficile essere compresi, a volte preferiamo rinchiuderci nel nostro guscio pensando erroneamente di essere al sicuro, ma così facendo impediamo a chi vuol tenderci una mano di penetrarvi.
Certo mi rendo conto che è difficile...poco tempo fa un mio carissimo amico mi disse che le cose difficili sono quelle che danno più soddisfazione. A volte lo strozzerei con le mie stesse mani quando mi sbatte in faccia la cruda verità, ma ogni volta è una lezione di vita che aggiungo al mio puzzle.
Non serve a niente isolarsi, dammi retta, anzi a qualcosa serve: a sentirsi soli, che è peggio di stare in mezzo a un branco di lupi.
Un abbraccio sincero...
9
postato da , il
...Miriam...
Se fossero solo di circostanza le risposte ,
Se solo mi illudessi d' essere compreso ,senza esserlo
Se tu non fossi una persona fantastica...
8
postato da , il
Mio caro amico, è vero che il giusto non cerca mai di prevalere sul giusto, ma a chi non è mai capitato di sbagliare nella vita?
Avere la forza di perdonare un'offesa o un'ingiustizia è un atto che merita una grande ammirazione.
Riconosco che non è facile e non tutti ne siamo capaci, e comunque bisogna dire che il perdono non è sempre sufficiente al raggiungimento della riconciliazione, ma è sicuramente una condizione necessaria.
A volte bisogna rispondere a troppi "perché" per dare le giuste spiegazioni a tanti nostri comportamenti e
gli amici si riconoscono anche in questo...nella capacità di perdonare senza cercare troppe risposte...
Un caro saluto...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti