Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non è possibile che crei poesia chi non è..." di Platone


36
postato da , il
Pino,
leggo, ORA (come passa il tempo! e se ci sono i fiaschi brindiamo alla leggerezza! ) il tuo commento#3, dove mi collochi al punto 3PERFETTO!

p.s. per Natale ho i bot(ti) con il fischio
35
postato da , il
Comprendo quello che dovevo comprendere.... dalle sue parole traspare.................                       mi fermo. 

Si, è carino "La tigre e la neve di benigni".....
ma di pensieri ne esistono a milioni.....
e, tutti possono essere validi, anche gli opposti...

freddezza?....  ma non lo sa che sotto un apparente freddezza
si nasconde sempre molta sensibilità..non quella dimostrata però
o che si tenta di "dimostrare".....
non glie lo ha insegnato questo la poesia?...

io, l'ho imparato dalla strada!.

Arrivederci..... Signorina
34
postato da , il
Charles...
Quando a R. Benigni venne chiesto...
Cos'è la poesia...?
Lui rispose...:
"Non chiedermelo più
guardati nello specchio
la poesia sei tu."

Possiamo comunque sostenere...che la poesia...
è una disciplina che si occupa di se stessa...
come possibile comunicazione d'esistenza...
Se la fede è un esistere…con il cr0cifiss0... 
la poesia è un essere cr0cifiss0...
un essere appeso ad un legno...
ed il non poterne discendere mai...
Intendo dire con questo che la poesia...
è un modo di esistenza dell’esserci umano...
e che il poeta è inchiodato alla croce della parola...
che è per lui dan*nazione e salvezza...
in modo totale ed esclusivo...
questo è il suo destino totale perché la parola poetica...
esprime tutta l' interiorità del soggetto...
il suo modo di vedere...
di pensare...di sentire...di dire esclusivo...
perché il poeta accoglie la realtà e l’irrealtà...
il noto e l'ignoto...il limite e l'illimitato...
il senso ed il non-senso...

Mi chiedo...: perché ci sono uomini che...
entrando in uno "stadio religioso"...
al punto tale da sfiorare la santità...
ambiscono ad essere poeti...?
Non è facile dare un risposta a questo interrogativo...
ma pensando all’autenticità delle loro scelte esistenziali...
e del loro pensiero...
ritengo opportuno pensare alla poesia...
come ad una scelta eversiva...liberatoria...
e capace di affermare al massimo grado...
l'individualità e l'autonomia... 

P.S. Sentirsi chiamare ancora signorina...fa piacere...
mi fa ringiovanire di parecchi anni...
ma lo trovo un modo freddo...troppo distante...per parlarci...
Puoi chiamarmi Tina se ti fa piacere...non più signorina...
credo sia daccordo anche Pino...
...sicuramente...:-))

    Ciao
33
postato da , il
Quando ci vuole ci duole.... Signorina. 
Ti aspetti di trovare poesia in un sito di poesie?... le cose non sono così semplici
diceva una volta qualcuno.  

Comunque le dicevo, del magico mondo..oh, ma se glie lo dico un altra volta mi ripeto.!..vabbè, tanto tutto il magico mondo si ripete.
Dunque le dicevo, che, il suo magico mondo lei lo troverà sicuramente
nelle canzoni di Renato Zero, vista  e percepita la sua sensibilità..molto buona ma anche molto fragile interiormente...( ma di buon gusto, almeno il mio.. s'intende). Del magico mondo le ho fatto un mio modesto ma non umile riassunto prece...dente.... quando ricomparirà... se lo dimentichi subito... perchè tanto ......
"a cosa serve? inutile quindi lasciare testimoni. Rapidi e spietati , questa è gente coi co*gli*oni". 
NO!..  Mi scusi signorina... questa era una frase di al Pacino di un noto film  che mi era ritornata in mente... volevo dirle un'altra cosa io. 
ma cosa?... ah, ma glie l'ho detta poco fa.
32
postato da , il
No Charles...
Siamo noi  "Il Magico Mondo"?!

E che sarebbe lo Staff senza noi...?
"0" ... Insomma..quando ci vuole ci vuole...o nò...?! :-))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti