Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Qualunque sia il tuo pensiero e il tuo dire..." di Giuseppe Freda


33
postato da , il
Forse l'autore intende incitare all'azione,
non servono parole ma fatti.
32
postato da , il
anch io credo che sia limitante accettare che di un uomo ciò che lo identifica sia solamente il suo fare...credo che ci sia qualcosa di più rispetto solo al fare....il fare è solo una delle componenti, ma non l'unica...
31
postato da , il
Le persone non decidono sempre ciò che sono...è il loro spirito a decidere prima di loro. Non metto in dubbio che l'agire e il fare sia importante, ovvio che lo è, metto in dubbio che non si può conoscere una persona esclusivamente in base a quello che fa. E' superficiale pensarla in questo modo. Per il resto, lei potrà avere anche ragione... ma dal momento che questo mondo và dove vuole andare, se ti impantani o meno, resta solo un tuo problema.

Devo andare,

buona giornata.
30
postato da , il
Questa frase non insegna, ma inganna. Ora, credo che l'autore l'abbia scritta in quanto: sua verità "preferenziale"... Chi conosce il silenzio venera il valore sacro delle parole, come colui che non ha mai mentito non potrà mai sapere cos'è la verità, si, certo, le conosco bene queste musichette, fatto sta che questa resta una frase per metà ingannevole.. il silenzio come le parole sono apparenze... "sacro" è una parola che non mi piace, una parola che non uso e spero di non arrivare mai ad usarla. Le persone muoiono anche nel silenzio "sacro", senza mai arrivare al nocciolo della questione.
Io aspiro al silenzio da anni, ma non mi sono mai ingannato nel tacere.


Continui a scavare.
29
postato da , il
Io penso solamente questo.

Chi crede di conoscere qualcuno "inequivocabilmente" in base a quello che fa, è un illuso. E, come disse un mio carissimo amico:

"meglio è non saper niente che sapere molte cose a metà".

Saluti.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti