Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Felicità? No grazie, non faccio uso di..." di Miriam Zizzo


11
postato da , il
Guarda Vicié, che se c'è uno solo contro tutti quello sono io...
Mi corrono appresso credenti e miscredenti, preti, pu**ttane e pu**ttanieri, insomma tutti.
Proseliti non ne ho e non ne cerco... se me ne vedessi uno davanti, sai cosa gli direi? Gli direi "Amico, ci hai pensato bene? Non pensi che potrei sbagliarmi?"...
Ah, Vincenzo, quanto poco conosci questo tuo incomprensibile amico...  : )))
10
postato da , il
Dario, secondo te io che sono solito spaccare il capello in quattro dico cose a vanvera? Ma certo che ci ho pensato... e ripensato...
Quanto ai soffi di vento, o anche alle bufere, io uso la tattica dei fili d'erba: mi faccio piccolo, mi piego... e non mi spezzo.
Molti si sono spezzati nelle bufere. Io no.
9
postato da , il
Eh, caro Vincenzo, se ti parlassi di questa "fantomatica" felicità ti lascerei stupefatto, perché non era mica niente di eccezionale, sai?
Niente coreografie, niente salse piccanti, niente fuochi d'artificio, niente di tutto questo...
Ma - ripeto - sono corde troppo delicate che vibrano troppo. Possono spezzarsi e fare male, molto male.
8
postato da , il
Dario, la tariffa di Vincenzo è la tua anima...   
La stessa del demonio, ma forse anche un pò più a buon mercato: gli basta anche solo ... mezza anima, và !!  : )))
7
postato da , il
Nessuna ebbrezza. Felicità coi piedi per terra e la testa sulle spalle. Di quella sto parlando.
Non mi stupisce tuttavia che alcuni non l'abbiano mai provata.
A conti fatti, però, li ritengo dei privilegiati.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti