Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Se sapessi chi sono di Giuseppe Freda


6
postato da , il
Giulio (rispondo al tuo commento 5), vi è chi si gioca nella vita un numero su 90, un numero su 900 e anche un numero su 9000; come vi è chi, come tu dici, non si gioca nulla, o gioca quel minimo indispensabile... tanto per partecipare alla riffa. Senza dubbia quella di quest'ultimo appare azione più accorta... Tuttavia anche questa opinione è discutibile.
Ciò tuttavia esula un tantino dal tema.
Avevo tirato fuori dal cilindro l'insperabile di Eraclito per confortare iperbolicamente la tesi di Tina: la ricerca è speranza: e anche quanto alle cose molto difficili da trovare esiste, per la speranza, uno spazio d'azione. Uno spazio senza il quale l'insperabile non si trova; o, se anche lo trovi, rischi di non accorgerti di averlo trovato.
5
postato da , il
Tina, la mia ricetta è cercare senza fretta, e attendere sperando.
Quanto all'infinito, facendo uso dello spazio-tempo l'uomo vi può solo, con Leopardi, naufragare, sia pur dolcemente.
Non facendo uso dello spazio tempo vi è invece qualche speranza di non naufragare; ma il discorso ci porterebbe troppo lontano.
4
postato da , il
Vincenzo...!

Hai ragione...!

È raro sì...ma si trovano...!

   Ciao
3
postato da , il
Ciao Giulio...!
2
postato da , il
Ma Eraclito dice anche un'altra cosa (frammento 22): "quelli che cercano oro, rivoltano molta terra, ma trovano poco oro". Cercare dunque sì; ma, come giustamente dici, senza nessuna fretta, o ci si riempie la vita di... terra.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti