Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Alla morte di Giuseppe Freda


12
postato da , il
Beh, volevo continuare il discorso insieme a te, ma lo proseguirò da solo. Ti ho promesso una risposta, e te la do. E ti dico: quante più lacrime di dolore, di tormento, di sofferenza, tante più lacrime di gioia, non solo dopo, ma anche in questa vita. Questo voleva dirti: le lacrime, di gioia e di dolore, sono il succo del nostro vissuto, e tutto il nostro capitale.
11
postato da , il
Dimmi perché.
10
postato da , il
Pino:
Mentre leggo medito, non dopo...
E nel leggere questo tuo commento
mi sono sentita attaglianare dentro...
corpo e anima..., un dolore indescrivibile...
9
postato da , il
Dunque, Tina.
Inizio col citarti alcuni pensieri, rivolti per lettera da un'anima eletta ad un'altra anima eletta:
-  "Quanto più siete tribolata, tanto più dovete esultare, perché l'anima nel fuoco delle tribolazioni diverrà oro fino, degno di essere posto a splendere nella reggia del cielo".
-  "Le tribolazioni, le croci sono state sempre l'eredità e la porzione delle anime elette".
-  "Se non vi vedessi così tribolata, sarei meno contento, perché vedrei meno gemme regalarvi il Signore".
Medita: frattanto vado a proseguire la mia maldestra opera ai fornelli, e torno tra una mezz'oretta.
8
postato da , il
Certo che posso aiutarti.
Ma non ora. Tra un'oretta: notte in bianco, dormito dalle 12 alle 17,30, sono ancora digiuno.
Lo spirito prevale; ma lo stomaco è vuoto. : )))
Il tempo di una cena frugale, e sono subito a te!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti