Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Se tutti lavorassero per il proprio pane e..." di Mahatma Gandhi (Mohandas Karmchand Gandhi)


101
postato da , il
La prossima battaglia dovrebbe essere per abbassare la soglia del quorum, o addirittura eliminarlo. Questo sarebbe un inizio di vera democrazia.
Perché io sono convinto che l'attuale democrazia rappresentativa, con una delega in bianco per anni e anni, sia una falsa democrazia. 
Nell'era del personal computer si potrebbe fare molto di più.
Riusciamo col PC a manovrare il conto in banca, potremmo anche riuscire a votare singoli provvedimenti legislativi, senza bisogno che "onorevoli" lo facciano per noi....
     MA ASPETTO LE RISPOSTE ALLA MIA PROPOSTA...
     NEANCHE SU QUELLA SIAMO D'ACCORDO?
100
postato da , il
Per quanto poi riguarda Vincenzo e la sua "claque" : )))), nella quale con una certa stupefazione vedo rientrare non solo il tenerissimo e a me carissimo (anche se spinosissimo) Dario, ma anche la sempre più ermetica, incomprensibile, talora "sprucita", eppure anch'essa carissima Flavia, io LANCIO UNA PROPOSTA.
     Mi pare che TUTTI, o quasi, siano d'accordo sul fatto che i rapporti interpersonali dovrebbero essere fondati sull'amore, fratellanza e solidarietà.
     E' d'accordo addirittura (su premesse romantico-gotiche, ma d'accordo) Leopardi; è d'accordo il dichiaratamente ateo (ma geniale) Bertrand Russell; sono d'accordo tutte le confessioni cristiane, è d'accordo il buddhismo, c'è una maggioranza di... quorum e di votanti spaventosa, su questo punto.
     EBBENE, QUESTO MI BASTA E MI SUPERA come punto di accordo. Una ideologia dell'amare e del fare, piuttosto che del pensare. Poi vedremo COME bisogna amare gli altri (innanzitutto non a chiacchiere, ma a fatti).
     E vi chiedo: SIAMO TUTTI D'ACCORDO SU QUESTO, O VI E' QUALCUNO CHE DISSENTE??
     Se siamo d'accordo, cessano le divisioni ragazzi, e QUESTO piccolo referendum lo vinciamo sul serio !!!!!
     Dopo di che ci mettiamo tutti all'opera per porre in pratica nella nostra vita questa semplice idea (cosa non facile, ma MOLTO SFIDANTE).
     Io vorrei che a questa domanda rispondesse tutta l'umanità. In alternativa, tutti i partecipanti a questo sito...
     Alla peggio, almeno Vincenzo, Dario, Flavia, Tina, Lucia, Dana, Salvatore (sia pur assente ancora per poco), e in genere tutti i miei amici in P&P.  Compreso Gaetano, che mi è caro al pari di tutti gli altri.
     Con una promessa: a coloro che saranno SERIAMENTE d'accordo non romperò più le "balls".
      In eterno. 
      Agli altri, naturalmente, le romperò in eterno.  : )))))))))))))
99
postato da , il
Roberta, spiegare una cosa del genere a Flavia significherebbe fare torto alla sua intelligenza. Tuttavia ci tengo a chiarire, per tutti.
    L'importante del referendum era il quorum, non il prevalere dei SI. Era infatti evidente che i SI sarebbero prevalsi: per il semplice motivo che i SI avrebbero votato tutti, mentre i NO (forti delle esperienze passate) avrebbero preferito tentare di non far raggiungere l'assurdo quorum che l'attuale Costituzione ci impone..
    E ben a ragione ho temuto che il quorum non si raggiungesse. Ma ci pensate che il 45-46% degli italiani (comprendendo voti contro e non votanti) si sarebbe tenuto tranquillamente una centrale nucleare a 2 passi da casa, un legittimamente impedito e l'acqua privatizzata??!!
    Quando hoi visto il buon Dario esclamare "Viva l'Italia" ho pensato e precisato "Povera Italia", volendo significare che il SI è prevalso solo per poco, e abbiamo dato spettacolo di AVERE FINORA MERITATO il re Travicello.
    C'è quindi poco da gridare alla vittoria, se non per lo scampato pericolo; e invece da rimboccarsi le maniche, per far capire a quel 45-46% cosa ha rischiato, e da che cosa è stata salvata, e cosa continua a rischiare. Povera Italia, lo ripeto.
   Resta però definitivamente fatta, in Italia, la conta dei fessi: ammontano a circa il 2% della popolazione complessiva, e corrispondono a coloro che hanno votato NO. 
          : ))))))))))))
   (Non hanno fatto brodo per il quorum; ma solo per un pelo. Io ho ipotizzato, e forse non a torto, di poterne aizzare qualcuno che si trovasse di passaggio su P&P).  : )))
   Questo il mio definitivo commento sul referendum.
98
postato da , il
Anzi aggiungo una considerazione in proposito:
Tutti sappiamo "chiacchierare". Il fatto che Giuseppe ci ha tenuto e creduto talmente tanto alla vittoria del si, da non esitare a rimetterci personalmente la faccia, la dice lunga su che tipo persona sia.
97
postato da , il
Cosa ci sarà mai da meravigliarsi tanto se uno "non parla nemmeno da stron^zo"???
Il problema di Vincenzo è che, anche quando dice e dice bene, non risponde al suo interlocutore. I bambini e le persone anziane devono essere guidati (bella scoperta). Una persona, pur essendo adulta, matura e responsabile può conservare  la tenerezza, l'innocenza e la purezza di un bambino e guidare anziani e bambini molto ma molto meglio di chi ha la pretesa di essere diventato grande.
Giuseppe, qualcosa mi dice che bisogna spiegare a Flavia che gli appelli che hai lanciato su p&p veneredi erano una trappola per invogliare i sostenitori del no ad andare a votare per raggiungere il quorum.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti