Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Frase ID 125901

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

30
postato da , il
No, Dio non siamo NOI! E' una nostra creazione per liberarci dalla nostra finitezza... Se il dio di cui si parla fossimo noi sicuramente non avrebbe tutti i poteri che gli si accreditano ...

La nostra società è potente, ma a volte ho come l'impressione che sia virale ...

Siamo usciti dal seminato ... I commenti dovevano essere relativi alla frase di MariaGrazia ... :)
29
postato da , il
Questa interpretazione spiega il mancato presentarsi dell'"essere" chiamato Dio. Dio secondo me siamo noi: noi tutti insieme e ciascuno di noi in quanto collegato al "noi". Una sorta di supercoscienza colletiva, dotata naturalmente di poteri straordinari non solo intellettivi, ma addirittura creativi.
Nel cristianesimo, ciò mi sembra trasparentemente adombrato dal parallelo, anzi dall'identità che viene stabilita dal Cristo tra l'amore di Dio e l'amore del prossimo. Fino a dire: ciò che avrete fatto ad uno solo di questi miei piccoli fratelli lo avrete fatto a me.
28
postato da , il
Quanto al sè e al noi, ripeto per sommi capi il mio pensiero, già esposto altrove in questo sito. Il gnos'autòn, conosci te stesso, è massima che risale ai sette savi dell'antica Grecia, attribuita mi pare a Talete, e poi ripetuta da tantissimi altri. E' evidente che è questo il principale problema dell'uomo.
     Io sono convinto che ciascun essere umano sia una sorta di vulcano, dotato come tutti i vulcani di un camino che lo collega al magma incandescente di un fuoco centrale, identico per tutti i vulcani. Il conoscere se stesso, per ciascuno di questi vulcani, è trovare dentro di sé questo fuoco centrale e, insieme, il collegamento, attraverso questo fuoco, con tutti gli altri vulcani.
27
postato da , il
Il mio "invece" del  commento precedente si riferiva naturalmente al commento di Vincenzo. Concordo con Sir Jo quanto all'evoluzione: mi sembra un dato di fatto ormai appurato, e insistere sulla confutazione di Darwin mi pare la ripetizione dell'errore e della presunzione messi in opera su Galileo, nel ritenere le "sacre" scritture infallibili (anche) in materia di scienza.
26
postato da , il
Io invece sono d'accordo con Darwin. Evoluzione altre da specie animali, senza soluzione di continuità. Questo per tutti gli uomini terrestri. Ma non tutti lo sono...

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati