Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non provare mai a fingerti migliore di quello..." di Eric Ambler


22
postato da , il
Bea, mi fa piacere che tu abbia notato il “se è un aforisma” che ho avuto cura di inserire nella mia prima noiosa dissertazione. Trattandosi di frase estrapolata da un contesto che non conosco (la lettura di thriller non è mai stata tra le mie priorità essenziali) direi che, con buona pace di tutti, finora ho commentato il nulla o poco più. Ma lascia che possa complimentarmi con te per il collegamento che hai trovato con la vicenda Gattesca! Io, pur avendolo scritto, non avevo messo in relazione il “devi sempre fingerti” con il commento del Felino Sospettoso! Ti invierò una registrazione della grassa risata che mi hai provocato…
21
postato da , il
Caro Gaetano Toffali, io capisco perfettamente cosa intendi dire e ne condivido l'essenza più profonda. Ciò nonostante dire "Fare meglio di come abbiamo fatto un minuto fa" sarà anche semplice e diretto (e in tal senso lo accetto) ma sostanzialmente significa poco o nulla. E infatti: chi ci dice che un minuto fa avevamo fatto peggio? Ce lo dicono gli altri? Ce lo dice la nostra vocina interiore? In realtà non ha nessuna importanza perché, qualunque sia la risposta, stiamo inconsciamente ammettendo che gli altri sono più bravi di noi e quindi migliori! Anche nell'affermare "devo essere migliore di me stesso" non facciamo altro che ridimensionare ciò che già siamo. Ed è questa cultura del volerci considerare a tutti i costi inferiori che io contesto.
Ho usato, quale alternativa, il termine arricchirsi. Forse è inadeguato ma il mio intento è indicare, con quella parola, un approccio mentale profondamente diverso dal migliorarsi e dalla inevitabile competizione che ne consegue. Ovvero andare oltre il concetto di gara inconsciamente implicito nel termine migliorarsi
"Io non sono in competizione col mondo intero, non devo superare nessuno. Ho scritto un commento che esprime il mio pensiero e ne sono pienamente soddisfatto. Ma Gaetano ha un punto di vista diverso: se lo ascolto imparerò qualcosa che forse oggi non so." Ecco, per arricchirsi io questo intendo: conoscere, apprendere, acquisire dati, scambiarsi opinioni, confrontare le diverse esperienze di vita, valutare altre idee o anche, perché no!, poter cambiare idea senza che ciò indichi una sconfitta ma, al contrario, rappresenti una vittoria! Il tutto senza l'ansia della gara, della sfida, del match. Se io fossi qui in competizione con te ti dovrei rispondere per le rime*!

* Ogni riferimento ad altri avvenimenti è puramente voluto! ;-)
20
postato da , il
Volendo dissertare sul migliorarsi/arricchirsi
ritengo non ci sia migliore filosofia di quella della
PAGNOTTA
Davanti ad uno specchio
mi pavoneggio e dico
oh! dio, quanto son bella!
ma dovrei migliorare
nell'aspetto
per andare al ballo
questa sera avrei
bisogno di un vestito almeno
la stola di visone
i tacchi a spillo e...
un cavaliere vero
sicuramente ricco
certo il migliore e..
pieno di quattrini.

Com'è bello!
19
postato da , il
Credo che la frase sia stata estrapolata, da  "Il caso Schirmer" un thriller

Maperfavore ( il tuo acume mi acceca)  credo tu abbia ragione non è un'esortazione, il significato dovrebbe essere come tu dici (anche se non conosco la tua voce)  " devi sempre fingerti"
p. s. potresti inviarmi in forma privata l'audio della tua voce, visto che ad Antonino hai inviato  i documenti e la foto?
18
postato da , il
sono gli altri a stabilire se fai dei miglioramenti. la vera umiltà sta nel riconoscere questo.a meno che non vivi la tua vita da solo davanti ad
uno specchio...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti