Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Gli italiani sono sempre pronti a correre in..." di Ennio Flaiano


8
postato da , il
Se la Grecia e la Spagna si strappano i capelli, l'Italia piange e la Francia non ride!

Cari fratelli e sorelle d'Italia, vergogniamoci dei nostri politici corrotti, disonesti, incapaci e immorali, ma non sentiamo vergogna della nostra Patria. Anche lei è vittima di questo sistema marcio e schifoso, ciò che le fa sentire così delusa e incavolata come noi elettori traditi e adirati.

Che mi conosce un po' più a fondo, sa che sono comasco, figlio di madre romana ma di padre invece nordamericano, e, per destino o altro, ci siamo tutti e tre trasferiti negli Stati Uniti quando avevo solo sette anni. Papà mi ha insegnato ad essere un buon americano, e la mamma, a non perdere l'amore per la Patria lontana. Con gli americani ho imparato ad essere patriota, e questo sentimento di amore per gli Stati Uniti lo nutro anche per la mia ancora tanto amata Italia. Gli italiani che non hanno mai vissuto all'estero non sanno cosa sia la nostalgia della Patria lontana e quindi non gli danno il valore che essa merita. Invece di criticarla, offenderla ed umiliarla tutto il tempo, senza fare un cazzo di concreto per cambiare o migliorare le cose che non vanno, dovrebbero imparare ad essere più patrioti, impegnandosi ad essere più uniti e a eliminare quello che è ancora un divario tra nord e sud, rendendola più adatta alla realtà attuale e infondendo speranza per un futuro migliore alle generazioni che verranno. Una nazione divisa non è più una nazione, è solo "mezza" o meno.

Gli italiani conservatrici e reazionari devono accorgersi che l'Italia di oggi fa parte dell'Unione Europea...e non è più una nazione isolata oppure fuori da un mondo  moderno in cui un progresso irresistibile ed irreversibile procede in senso non più circolare né verticale verso "il cielo", ma orizzontale verso la realtà quotidiana e non quella finta dei canali televisivi di regime.

Lascio chiaro che non generalizzo...infatti credo che le eccezioni esistano ma al giorno d'oggi sono piuttosto rare. Scusami ancora per lo sfogo, Forse mi sbaglio...forse vivo una realtà totalmente differente ora e sono davvero disgustato di come stanno veramente andando le cose in Italia.

Buona serata e un forte abbraccio a tutti!

Jean-Paul Malfatti
7
postato da , il
Pino , io non merito una sciagura simile !
E sono certo , certissimo , che neppure tu pensi di meritarla.
Se mi sbaglio , ti prego , fammi vedere in quale misura e perchè tu meriteresti un tale scempio.
Il solo pensiero consapevole di essere governati da persone disoneste- e dunque peggiori di noi - dovrebbe essere sufficiente a mettersi in gioco .
Nessun uomo onesto permetterebbe di farsi governare persone peggiori di lui. Sarebbe un comportamento veramente disonesto.
Giulio Pintus :-)
6
postato da , il
"Le rapine degli amministratori disonesti si basano sul NOSTRO disinteresse per la cosa pubblica, e anche sul NOSTRO fatalismo al riguardo. In questa prospettiva, i rapinatori siamo anche noi, in quanto complici per assuefazione, tolleranza e disinteresse". 
     Giuseppe Freda   : ))
5
postato da , il
"Opposizione oggi, governo domani. Le facce cambiano, le rapine continuano come e più di prima." ~Jean-Paul Malfatti
4
postato da , il
Abbiamo in Parlamento, né più né meno, la classe politica che ci meritiamo. Questa è l'avvilente verità. Ora vedremo, da come andranno le prossime elezioni, se le sofferenze subìte avranno causato un qualche piccolo risveglio dei dormienti (giacché i cre+tini, quelli mai nessuno potrà risvegliarli). E ti dò anche i numeri, cioè le percentuali che potrebbero denotare un INIZIO DI risveglio: (PDL+PD+Monti)< 40%. Poiché ciò è praticamente impossibile, auguro a tutti un buon prosieguo delle sofferenze.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti