Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Non c'è nulla di ridicolo in un'emozione..." di Paul Mehis


38
postato da , il
Paul, i miei complimenti.
Questa frase è fuori del Comune, ma dentro la Provincia ed è per questo motivo che ha avuto un mirabile successo.
37
postato da yeratel, il
Marco Ferdinando penso (forse mi sbaglio) tu non sia al corrente di tutta la vicenda che ha radici nate da commenti di altre frasi, quindi  il fulcro del discorso non è la "morale comune" ma l'intreccio di altre molteplici "posizioni" che si intersecano... non posso dissentire riguardo il tuo punto di vista....

PS: perdonami ma io non mi ritengo un: "quel", la Q sarebbe stato carino usarla almeno maiuscola....
36
postato da , il
Marco, non fermarti ad un commento, quel Bart Simpson ha scritto esattamente quello che avrebbe voluto leggere l'altro interlocutore e sicuramente si è divertito come un matto.
Un saluto Marco.
35
postato da , il
Tra l'altro stiamo andando talmente fuori tema da sembrare, tutti e mi ci metto anche io, un pò ridicoli.
34
postato da , il
Nel leggere i commenti di quel Bart Simpson un pò cresciutello ci si rende conto di quanti danni possa fare la "morale comune" ben esemplificata dal "pensa alle donne che è meglio" come se ragionare escluda il relazionarsi agli altri (anzi, tutt'altro).
"Credere non costa nulla" non si può proprio sentire, davvero bella l'idea di una religione simil insalata di riso, in cui poter inserire gli ingredienti che più ci si addicono togliendo quelli che meno ci piacciono, ma, del resto la pochezza umana è sempre sorprendente. Credere costa davvero poco se si usa il "credo" come uno scudo per proteggersi dal potenziale male. Ma, mi fermo qui perché tanto già so che sarebbe tempo perso...

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti