Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Quelli che non hanno loro concetti, tendono ad..." di Paul Mehis


22
postato da , il
Vincenzo, leggo ora il tuo commento 21, probabilmente hai ragione sulla seconda parte della traduzione del mio pensiero, ma se un uomo che tale possa definirsi, si rende conto di essere una m*rda e non a giudizio altrui, ma a proprio, non sarà che spronato nel migliorarsi, magari iniziando a seguire i consigli dei "grandi saggi".
Quello che io reputo indispensabile è partire dalla vera comprensione di se stessi, sapersi giudicare anche ferocemente perchè qualsiasi cosa si possa fare, per quanto meravigliosa, ma non dettata dal proprio sentire, sarà come se fosse compiuta da altri. Per quanto bella o terribile. la vita va vissuta come la si sente propria, se così non fosse anche i grandi saggi non avrebbero potuto lasciarci nulla, se non solo credenze precedenti.
21
postato da , il
Vincenzo, hai mai pensato che alcune verità non siano un fardello adatto a tutti?
Esistono persone che si meritano "più" della verità e ne esistono altre che saprenno rendere questo "più" reale e tangibile.
Saluti.
20
postato da , il
che IO sono molto più pesante di chi ha scritto queste parole ......

Vincenzo è un pò che abbiamo capito quanto pesante sei !!!!
19
postato da , il
Ciao Vincenzo, non vedo ammiratori, ma solo persone che eventualmente condividono un idea. Come si può ammirare un individuo del quale non si è mai incrociato lo sguardo e osservato le azioni?!?!
Le cose buone sono per forza di altri, ma diventano nostre solo quando le interioriziamo totalmente, nessuno può insegnare ciò che non ha fatto veramente suo, conseguentemente l'individuo si deve fondere con ciò che gli è stato insegnato lasciando anche all'insegnamento tramandato qualcosa di suo, altrimenti è meglio che non insegni affatto...
saluti!
18
postato da , il
Ciao Edelweiss, mi raccontava mia madre che a cinque anni maledivo il mondo quando capitava che nel sacchetto delle patatine mancasse la sorpresa... Viscerali si nasce e non si smette mai di esserelo, non si impara a mangiare la carne cruda, è un desiderio innato che scorre con il proprio sangue.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti