Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La mia è una laurea cum loden. Magari se l..." di Lucia Gaianigo


316
postato da , il
Finalmente. Barbara Brussa.
Tanto di cappello. Mi pare abbia finalmente parlato chiaro, ed anche  con un linguaggio degno di questo nome.
Ci voleva tanto ?????????????????
(E scriverei una intera pagina di punti interrogativi).
Non ha fatto nomi, non ha citato vittime, non ha invitato al silenzio, non ha steso veli su una vicenda che a suo tempo è stata evidentemente sotto gli occhi di tutti (ma non sotto i miei e di tanti altri, che non c'eravamo): ha fornito una motivazione valida, anzi mi pare validissima del provvedimento di allontanamento adottato dal sito. Una motivazione che potrà rimanere (spero!) almeno su questo post, a chiarimento per i futuri... viandanti.
   Finalmente, perbacco, questi motivi sono stati resi PUBBLICI. Perché altro è confessarli nel segreto di telefonate private o in messaggi dolenti, altro è metterli, chiari e semplici, in pubblico, sotto gli occhi di tutti. I FATTI, non le persone. I fatti citati da Barbara Brussa sono chiari e non prestano adito ad equivoco; salvo che qualcuno affermi che non sono veri, ma chi potrebbe affermarlo, se da tutto questo post si capisce in tutta evidenza che il cavaliere aveva realmente, purtroppo, operato con questi modi e questi contenuti ???
   Ma adesso va resa pubblica un'altra cosa: il motivo per cui il cognome C a v a l e r a non può essere scritto. Perché, se qualcuno non spiega questo, il quadro manca ancora di un elemento che lo rende impreciso, indefinito, nebuloso...
   Concordo inoltre con TUTTO ciò che dice Sergio Formiggini, alias sir Jo.
   Una volta tanto non ho bisogno di spendere tante parole: ha detto tutto lui.
   Avanti, amici del sito: ancora queste risposte, accompagnate se possibile da un gesto di indulgenza e di pacificazione (ove naturalmente richiesto dall'interessato; ma si tratta di un giovane, e i giovani intelligenti sono in grado di capire), e il tormentone è finito.
    (Scheggia, non ti preoccupare per le lenzuola: alla peggio ti regalo  appena posso, come ringraziamento per l'ospitalità, una delle mie ceramiche, che ho cominciato a porre come avatar  : )))
315
postato da , il
Rossella, cosa ne ricaveresti? Ma la simpatia dei più e con essa la tua "pace", come in ogni fattispecie di opportunismo. Scusa, non è opportunismo il dire contemporaneamente che non condividi l'ostracismo del cognome C a v a l e r a  ma contemporaneamente non ci puoi far niente (cosa che vai dicendo solo nei commenti successivi, ma che nel primo non era ben chiara)? Io credo che esprimessero più o meno lo stesso concetto le tante brave persone (cioè la maggioranza degli italiani) che a suo tempo "accettavano" la dittatura fascista per quieto vivere. Quelle stesse persone che oggi accettano tante altre belle cose.
    E invece no, secondo me le cose, anche se non ci possiamo far niente, vanno evidenziate, chiarite, anche a costo dell'impopolarità, e semmai anche di peggio.
    Vedi, non ti dico niente di male: l'opportunismo non è cosa di cui si fa uso solo per conseguire utilità (de lucro captando), ma anche per evitare danni (de damno vitando)... E chi potrebbe mai biasimare chi ne fa uso? Probabilmente don Abbondio, se non ne avesse fatto uso, sarebbe stato sparato dai bravi prima di essere rimproverato dal cardinale Borromeo... : )))
314
postato da , il
Il genio della massa.

C'è abbastanza perfidia
odio violenza assurdità
nell'essere umano medio
per fornire qualsiasi esercito
in qualsiasi giorno
e i migliori assassini
sono quelli che predicano contro
e i migliori a odiare
sono quelli che predicano amore
e i migliori in guerra
sono quelli che predicano pace.
Attenti agli uomini comuni
alle donne comuni
attenti al loro amore
il loro è un amore comune
che mira alla mediocrità.
Ma c'è il genio nel loro odio
c'è abbastanza genio nel loro odio
per uccidere chiunque......

to be continued..

BY Capitano Buk.
313
postato da , il
INDULGENZA  PLENARIA
QUOTIDIANA  PERPETUA
            PER  VIVI
    E PER  I  DEFONTI
312
postato da , il
Sir jo, quando esci dal sito, tutto quello che apparteneva alla tua persona sparisce di conseguenza, messaggi privati,pubblici, frasi e commenti... chi esce dal sito.. ne esce fino in fondo.. e questo mi sembra giusto. Perchè se una persona sbaglia ha tutto il diritto che i suoi precedenti sbagli vengano rimossi, o se non vuole comparire con i suoi commenti di quando era nel sito, ha tutto il diritto di farlo. Nella vita reale questo non si può fare, ma ritengo che in una virtualità fatta di interpretazioni, malintesi, istinti suicidi, rabbie profonde, moralismi buonistici, e quelli che fanno la morale ai moralisti o i predicatori del bene nella sana società che di sano non ha nulla, ma porta sempre vestiti eleganti.. credo che tutto ciò... vada preso per quello che è: Str*o*nz*ate. Per quanto mi riguarda la parola è qualcosa di mutevole e impermanente che va da se...

a parte qualcuno che ha parlato al mondo con parole forti e di spirito...il resto è tutto di passaggio...

e a parte l'omicidio e lo stupro e i reati superiori...
il resto credo che vada preso per quello che è... senza estremismi di corte.  :)))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti