Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La reincarnazione – secondo me – è una prova..." di Jean-Paul Malfatti


18
postato da , il
"La religione è un male necessario che può essere anche un bene, ma il suo obbligo ereditario o indotto molto spesso fa più male che bene."

~Jean-Paul Malfatti

http://www.pensieriparole.it/aforismi/religione/frase-116367
17
postato da , il
"La vita, così per come la conosciamo, è un passo verso la morte. La morte, per ciò che credo io, sarebbe allora un altro passo verso una nuova vita."

~Jean-Paul Malfatti

http://www.pensieriparole.it/aforismi/religione/frase-1165
16
postato da , il
"Secondo me Il paradiso e l'inferno sarebbero solo una delle tante favolette per imporre alle persone un insegnamento morale e spirituale quale il come comportarsi nella vita, e per far credere che ci possa essere qualche altra forma vita dopo la morte del corpo fisico."

~Jean-Paul Malfatti
15
postato da , il
@ maperfavore: Grazie della nuova visita e del commento! Nonostante la mia giovanezza ho già dei motivi e delle prove che mi bastano per credere nella vita dopo vita ed anche e soprattutto nella reincarnazione. Senza credere in questo, non riuscirei mai a credere in Dio e, siccome non voglio diventare "ateo", preferisco a continuare a credere nella reincarnazione! Un grosso abbraccio!

GianPy.
14
postato da , il
Gentilissimo Jean-Paul Malfatti, permettimi di ringraziarti per il libro che mi hai segnalato e che ho prontamente scaricato e letto. Purtroppo devo confessarti che non mi ha convinto, non mi ha entusiasmato, non mi ha regalato nessuna nuova visione delle cose. Forse potrei provare a considerare il tema della  reincarnazione come puro esercizio filosofico (e in tal senso il testo di Allen Kardec offre qualche spunto interessante) ma, sinceramente, non credo che le mia esistenza attuale (!) ne ricaverebbe un qualche giovamento.
Una cosa mi preme che tu chiarisca, visto che neppure Allen Kardec ha saputo fornirmi risposta: chi si reincarna? Tutti? O solo chi crede nella reincarnazione stessa? Capirai che la differenza non è cosa da poco: se a reincarnarsi sono destinati tutti, il crederci o meno diventa irrilevante tanto ognuno di noi, prima o poi, volente o nolente, vivrebbe una nuova esistenza. Se al contrario si possono reincarnare solo coloro che credono in questa filosofia se ne potrebbe ricavare, a dispetto del tuo aforisma, l'impressione di un Dio alquanto partigiano!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti