Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Capisco perché i dieci comandamenti sono tanti..." di Konrad Adenauer


147
postato da , il
Finché tu parli, io parlerò. Sopra tutto quando esprimi (insieme ad insulti) anche idee.
    Il fatto che tu non debba rendere conto né a me, né a nessun altro, dei tuoi pensieri, è fuori dubbio.
    Non ci sono "i deboli" e "i forti". Tutti siamo deboli. La forza è superamento della propria debolezza: nulla di più, ma nulla di meno. Senza chiara visione della propria debolezza non può esserci forza, questo sia ben chiaro. Come non può esserci vero coraggio se non come superamento della paura.
    Non sottovalutare mai la gente. In particolare non sottovalutare Berlusconi. Ha intelligenza e furbizia da vendere. I mezzi a disposizione (per conseguire i suoi falsi obiettivi di denaro, successo e potere) se li è creati lui, partendo da basi del tutto ordinarie. Ogni valutazione negativa su di lui può essere solo morale. Per il resto è una persona geniale. E solo le persone geniali possono diventare, oltre che geni del male, anche geni del bene. Non comprendere questo significa non vedere la realtà.
    Fai bene a stare dalla parte degli ultimi. Ma non perdere di vista i primi, perché spesso i veri ultimi sono proprio loro.
    "non puoi comprendere queste cose, non sei nello spirito giusto per farlo..e probabilmente ti è impossibile, per il resto dei tuoi inutili giorni"... Ecco, qui tranci giudizi a vanvera. Ma è inutile scendere in particolari, lo sai benissimo anche tu.
     "Puoi dirmi qualunque cosa, non puoi farmi alcun male"... Guai a me se volessi farti del male. Voglio solo scuoterti, niente di più.
     Lieto che tu ti rilassi parlando con me. Anche un GINGILLO voluto per sfizio è, in fin dei conti, un qualcosa che si è rivelato di un certo interesse. Tu, invece, per me non sei un gingillo: sei un essere umano, un qualcosa che vale. Molto. Anche se sto per precisarti una cosa.
      La mia corruzione interiore? E chi può negarlo. Io sono il peggiore degli esseri umani, per un solo motivo: gli altri non sanno quello che fanno, io lo so perfettamente. Vedi, io sono per mia natura condotto a considerare gli altri esseri umani come esseri inferiori, praticamente come "cose". Sono satanico nella mia natura. E lotto da una vita contro questa cosa, spesso attribuendo loro molto più valore di quanto... ne abbiano.  : ))  Soldi? No, se pensi a corruzioni per soldi, successo o potere, hai sbattuto il naso contro un muro di pietra viva. Da questo punto di vista, sono praticamente incorruttibile.  : ))
       Il "carro dei vincitori"??  : )))) E quale sarebbe? Forse il carro dei fes*si che hanno votato Grillo e che se ne sono pentiti? : )) O forse il carro di quelli che se ne sono sempre strafregati di soldi, di raccomandazioni (da ricevere o dare che fossero), di onori, di titoli, di vittorie, e che nella loro vita hanno sempre riscosso invidie, malanimi e  inimicizie, tanto da finire per avere (quasi) TUTTI contro? Guarda, il mio carro di vincitore sarà un carro da m0rto. Ma solo se riuscirò ad entrarci come Dio comanda, cioè da vincitore DI ME STESSO; cosa molto improbabile, perché sono un soggetto estremamente "difficile".   : ))
     La cancellazione dalle amicizie non è rilevante, almeno per me, perché io non ragiono in termini di amicizie o inimicizie, ma in termini di DOVUTA DISPONIBILITA'. E disponibile lo sono (anzi: lo DEVO essere, e tento in ogni modo di esserlo, come credo tu possa FORSE aver colto nel tempo) per tutti: amici, nemici e indifferenti, insomma per chiunque capiti sulla mia strada, senza fare differenza alcuna tra il principe e il mendicante, il colto e l'ig*norante, tra chi mi è simpatico e chi mi è antipatico, tra giovani e anziani, intelligenti e i*dioti, buoni e cattivi, umili e superbi, e così via, Quindi io NON HO AMICI. Non mi hai tolto niente, salvo in certi casi la calma, che poi però subito è tornata.
    Io un religioso? No, io non sono un religioso:  non te ne accorgi, quanto meno dal fatto che i più "incavolati" con me sono proprio i "religiosi" ?  : ))) Proprio a me dici questo,a me che per una vita intera (e tutt'ora) sono stato letteralmente perseguitato da ogni genere di sacerdoti e bigotti di tutte le religioni, dai cattolici ai protestanti ai testimoni di Jehova, per proseguire con avventisti del settimo giorno, buddhisti, musulmani, teosofi di Elena Balvatski, Kardeciani e da ultimo anche taoisti? TUTTI mi hanno prospettato la dannazione sterna per le mie poco ortodosse credenze (perché sono LE MIE, e non concordano con quelle di nessuno). E tu a chi credi? A Grillo? :)) Se fossi Totò, ti solleverei il gomito e ti direi. "Ma mi faccia il piacere..."  : ))) E poi dici di non essere ingessato nei luoghi comuni... ma hai le fette di prosciutto di Parma davanti agli occhi, se mi dai del religioso !!  : )) Certo, credo in Dio, ma questo non significa essere "religiosi". Significa solo credere in qualcuno: tu credi a Grillo che parla sul blog, e io credo al Padre Eterno che anche lui parla sul blog, ma è un blog "esclusivo", solo per iscritti al "movimento". Tutto qui.  : )))
   "Riserva le tue considerazioni sulla tua famiglia", scrivi. Beh, questo mi conferma che non hai capito (quasi) niente. Le mie idee mi conducono a non avere famiglia.  Non ne ho mai avuta. La "famiglia" è una prospettiva egoistica del vivere civile: una prospettiva che conduce a favorire i "propri" a discapito degli "estranei". Beh, io sin da ragazzo ho RIFIUTATO gli aiuti della famiglia. Erano pronti, all'epoca posti alla Banca d'Italia, all'Università, dappertutto. Ho sempre risposto "no, grazie". Mi sarei sentito un verme. La mia famiglia è il mondo intero. Non ho mai fatto alcuna distinzione, ad esempio, tra i miei figli e i figli degli altri. Tutti uguali. Di più: ho sempre considerato i miei figli come esseri liberi, senza mai avere la pretesa di "educarli" o di "favorirli". Ne sanno qualcosa. Qualcuno di loro ancora adesso me ne fa una colpa. ma poi capirà. Se capirà...
    Da ultimo, pensa quanto sono corrotto: il tuo "saluto per sempre" mi fa quasi piacere, perché questi dialoghi sono un impegno un po' gravoso...
    Comunque, ove de futuro sentissi il bisogno di trastullarti con un "gingillo", o anche solo di prenderlo a male parole, mi trovi sempre. Finché vivo. Ma forse anche dopo, non so però in quale ruolo, cioè se angelico, satanico o intermedio.  : ))
     Ti prendo dunque in parola, e ti auguro buona fortuna.
146
postato da , il
Riguardo alla tua frase sul vedermi sprecato... non ho bisogno delle tue considerazioni, so benissimo da dove vengo e chi sono....
non è importante la tua considerazione da eccentrico (io so tutto)  verso  di me.
riserva le tue considerazioni sulla la tua FAMIGLIA.

A mai più.
145
postato da , il
Io non sono ingessato dalle idee altrui, posso condividere delle idee, ma non mi fisso su nessuno, neanche su me stesso. Ma è stata una delle poche volte dove non ho cambiato idea, sul  fatto di averti cancellato dalle amicizie..alla fine ho visto giusto. Questa è una di quelle poche volte dove so di non aver sbagliato. Sul tuo conto avevo già visto quello che a me serviva vedere. Tolti i tuoi concetti, la tua cultura, e la tua (ipo*cr*ita) fede, di te come uomo, non resta più nulla.
Ogni volta che mi sono avvicinato a un religioso, ho sentito subito il bisogno di lavarmi le mani. Tu per me sei una persona "sp*or*ca" dentro.  
Chiudi tu se vuoi... e cerca di non fare troppo il mio nome in giro... il mio nome è cosa troppo pulita per cadere in anime sp*orc*he e calcolatrici.

Ti saluto per sempre.
144
postato da , il
Io non sono ingessato dalle idee altrui, posso condividere delle idee, ma non mi fisso su nessuno, neanche su me stesso. Ma è stata una delle poche volte dove non ho cambiato idea, sul  fatto di averti cancellato dalle amicizie..alla fine ho visto giusto. E per poco e ancora meno ravvedersi sempre in tutto. Questa è una di quelle poche volte dove so di non aver sbagliato. Sul tuo conto avevo gia visto quello che a me serviva vedere. Tolti i tuoi concetti, la tua cultura, e la tua (ipo*cr*ita) fede, di te come uomo, non resta più nulla.
Ogni volta che mi sono avvicinato a un religioso, ho sentito subito il bisogno di lavarmi le mani. Tu per me sei una persona "sp*or*ca" dentro.  
Chiudi tu se vuoi... e cerca di non fare troppo il mio nome in giro... il mio nome è cosa troppo pulita per cadere in anime sp*orc*he e calcolatrici.

Ti saluto per sempre.
143
postato da , il
combatti contro la tua corruzione interiore e nel tuo vile salire sempre sul carro dei vincitori. fallo davanti allo specchio..è il modo migliore per renderti conto di quello che sei come uomo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti