Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Capisco perché i dieci comandamenti sono tanti..." di Konrad Adenauer


87
postato da , il
giuseppe, bersani non avrebbe mai fatto un accordo reale con grillo. perchè era come accordarsi con uno che te ne ha dette di tutti i colori per anni. il suo orgoglio non avrebbe permesso di stringere un patto insieme. avrebbe preferito il diavolo piuttosto che grillo il PD. il pd e il pdl per molti anni hanno collaborato insieme pur denigrandosi a vicenda, solo che non potevano dirlo altrimenti era uno scandalo, adesso invece è venuto allo scoperto. tutto qui. Tu ricordi quella famosa dichiarazione di violante che ingenuamente davanti a tuttto il parlamento confessava che il pd si era accordato con il pdl? sulle concessioni di berlusconioi'.  è su you tube...violante berlusconi you tube. quello è un filmato storico che ti fa capire molte cose sulla politica italiana e sue ombre.
vado a riposare.
Ci sentiamo
86
postato da , il
giuseppe, quello che secondo me tu non riesci a concepire è il fatto che l'italia non ha un problema di berlusconi, ma di sistema, culturale e sociale. Infatti berlusconi nasce da una cultura, a mio avviso, di basso livello. Intendiamoci, l'italia ha una cultura e una storia bellissima, ma non è mai stata valorizzata. la costituzione sembra scritta dagli angeli, ma viene applicata da affaristi e persone che del prossimo non glie ne può fregar di meno. Senza berlusconi alcune cose sarebbero migliorate,ma la qualità di questo paese sarebbe rimasta quella che è. Il movimento non vuole ristrutturare una stanza di un palazzo in declino, vorrebbe ricostruirlo partendo dalle fondamenta. ma questo non vuol dire distruggere dei valori o denigrare i padri fondatori, ma tutto il contrario, vorrebbe farli resuscitare proprio per consentire di vivere in un paese che sia davvero un paese. Ma sarà una battaglia titanica, perchè io rimango dell'opinione che il sistema italiano è troppo radicato per poterlo scardinare del tutto. quando una ferita non la curi bene, la cicatrice rimane a vita. Adesso letta parla di abolire i rimborsi elettorali, grillo sono trent'anni che lo andava dicendo nei spettacoli, quando ancora Enrico Lettta si pi*scia*va a letto. Adesso sono diventati tutti degli adepti della costituzione. Ma quanto tempo hanno perso?, quanta gente è dovuta andare via con le lacrime agli occhi mentre loro ca*zze+ggia*vano dentro i palazzi  legiferando di cose poco importanti se non addirittura inutili?. pd e pdl, nessuno escluso.
85
postato da , il
Sono perfettamente d'accordo. Le vie erano 4:
1) ritorno alle elezioni. Con la stessa legge elettorale, non sarebbe cambiato niente tranne 400 milioni per aria,e Italia allo sfascio. Impossibile.
2) Governo M5S-PDL: impossibile per rifiuto di entrambi.
3) Governo M5S-PD : impossibile per rifiuto del M5S
4) Governo PD-PDL - l'unica via (ma impraticabile con una presidenza Rodotà, invisa al PDL, presidenza che d'altra parte non avrebbe assicurato l'ingresso del M5S nel governo, ma solo consentito il suo.. corteggiamento). L'unica via che FORSE potrà salvare l'Italia dallo sfascio.
       Ma un fatto è certo: il  rifiuto di Grillo ha agevolato il PDL (cioè Berlusconi) oltre ogni limite che fosse lecito immaginare. Questo è un dato di fatto che non può essere negato.
      Che poi questo evento sia frutto del caso o di intenzionalità, chi lo può dire? Tuttavia è anche certo che un'opposta intenzionalità (cioè evitarlo facendo il governo col PD) non vi è stata.
      Ripeto, questa è logica, non opinione.
      Quindi la logica (solo la logica) lascia aperta la possibilità di cui sopra parlavo: accordo sottobanco Grillo- Berlusconi. O Casaleggio-Berlusconi.
      Ma - giustamente - il tempo è galantuomo, e prima o poi darà le sue conferme o le sue smentite.
      La tua ipotesi, tuttavia, non è peregrina. Erano nati per un ruolo di opposizione, non di Governo. Tuttavia, 8 milioni e mezzo di voti (il più grosso partito di Montecitorio) prima congelati e poi all'opposizione...  gridano e continueranno per anni a gridare vendetta.
84
postato da , il
margherita, vai ad ascoltare gli interventi che hanno fatto oggi in parlamento i grillini, specialmente alessandro di battista, e poi ridimmi se non sarebbero in grado di governare. il tuo è un calcolo che io rispetto, ma è un punto di vista.Non puoi spacciarlo come strategia adottata perchè non puoi provarlo con i fatti. Se grillo avrebbe appoggiato il pd, li avrebbero messi in un angoletto e avrebbero comunque fatto un governo con il pdl. per fortuna che non ci sono cascati!. Io grillo lo seguivo quando non lo seguiva nessuno, poi quando lo seguivano in molti io ho smesso di seguirlo. sono fatto così caratterialmente. ma avendo ascoltato molto bene ciò che loro hanno da dire, e soprattutto i bastoni tra le ruote che gli mettono. (Dalla serie: ha detto una cosa giusta e sacrosanta, ma l'ha detto un 5 stelle, e allora non vale nulla). sono orgoglioso ad averli difesi nel mio piccolo, soprattutto avendoli ascoltati in questi giorni nelle aule parlamentari. in ogni loro argomentazione, c'è SEMPRE una proposta su come fare a migliorare le cose..non si limitano solo a controbbattere criticando. ecco perchè sono convinto che quei ragazzi sono molto in gamba, anche se avranno a che fare con dei carroarmati giganteschi.. continuare ad incolpare i 5 stelle se berlusconi è riuscito a salire di nuovo, è un ragionamento che non può stare in piedi..visto che il pdl ha preso più voti nei numeri rispetto ai 5 stelle. berlusconi è un traffichino, anche i muri lo sanno...5 stelle o non 5 stelle berlusconi avrebbe comunque rivinto. E menomale che il 5 stelle si è candidato in politica, altrimenti non avrebbe solo vinto. avrebbe STRAVINTO !.( o si vuole negare anche questo?)
Il resto lo lascio a voi, perchè sono punti di vista che voi pensate ed io non posso convincervi del contrario. E nemmeno sarebbe giusto. ma per cortesia, supportate con i fatti quando dite certe cose, altrimenti rimangono parole a vuoto. un saluto
83
postato da , il
Ripeto, il 5S siede in Parlamento con Rappresentanti democraticamente eletti. Su questo non ci piove. Ma anche gli altri partiti che piaccia o no sono stati votati in egual misura.
Di questo bisogna tenerne conto, nessuno poteva governare con un maggioranza , che si siano fatti degli errori voluti o meno di valutazione non c'è dubbio, ma credo che anche il Movimento abbia commesso un grosso errore . Il fatto è che Grillo non aveva il vero polso della situazione , non era pronto per governare e quindi ha trovato la formula o da soli o niente. Dato che da soli non potevano governare, allora hanno  perpetuato la logica del 'mai con nessuno'. In se la coerenza è un grande valore, ma il Paese aldilà delle colpe degli uni o degli altri sta sprofondando quindi il Parlamento eletto TUTTO aveva il dovere di formare un Governo di transizione più ampio possibile allo scopo di varare in fretta la legge elettorale e alcune riforme urgenti. L'apporto dei 5S era vitale visto la quantità dei voti presi, doveva metterci la faccia e visto che sono , come dimostrano, tutti onesti e coerenti infilare le mani nel pantano e dare una bella ripulita. La scelta è stata quella di stare all'opposizione o meglio a guardare dalla finestra per poi dire ''avete visto?''. Credo che questo sia il solito politichese, niente di nuovo, già visto e rivisto. Comunque non voglio demonizzare nessuno, avranno modo e tempo di dimostrare quanto valgono e di far fruttare i voti a loro destinati, sempre che ne abbiano le capacità. Credo poco nel 'bla bla bla', molto di più nei fatti. Staremo a vedere.
Questo Governo è formato da forze politiche antagoniste da sempre , nessuno di loro, come nessuno di noi gioisce di questo matrimonio, forse c'erano altre strade percorribili, ma i politici che abbiamo sono questi, il mercato non offre altro quindi dobbiamo sperare che abbiamo un piccolo brandello di coscienza e anche turandosi il naso, riescano a concludere qualcosa di buono. Non c'è altro da fare, c'è troppa gente disperata e non c'è più tempo da sprecare in polemiche.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti