Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Frase ID 111759


13
postato da klò, il
Penso che il segreto stia nel come ottenerlo (ciò che si è perso), e  nella diversità di interessi (col tempo che passa); ovvero, quello che ti viene restituito è come un senso di "giustizia", di varie forme, nei confronti di quello che si è perso, e ti chiedi veramente se ne valeva la pena,in virtù degli accadimenti successivi....
in sostanza, io ci credo, a queste parole!
12
postato da , il
anch io diffido...per quanto mi ritenga esageratamente ottimista...non credo che il tempo ti restituisca ciò che ti ha rubato ingiustamente...anzi spesso e volentieri torna a prendersi gli interessi.....ciò che è perso è perso....forse si può cercare di sentirsi appagati in altro modo, ma dipende sempre da ciò che si è perso....e se può essere sostituito...
11
postato da , il
magari fosse vero. ma se qualcuno lo scrive vuol dire che c'è speranza ;)
10
postato da , il
In questo caso un assegno non basta. Ci vuole un vitalizzio.
9
postato da , il
In che senso deve mirare l'assegno, vuoi che mi cechi l'occhio?

Qui vicino, a Belvedere Marittimo (preciso), fra non molto si festeggerà, alla grande, San Daniele, gli accenderò un cero e farò una preghiera.
Non mi servono i soldi, ma voglio che il maltolto con l'inganno mi venga restituito, sddisfazione voglio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti