Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Chissà se alla fine l'ateo rimane tale anche..." di Salvatore Riggio


7
postato da , il
si comunque, credo che il credere (scusate il gioco di parole) è spesso dettato dalla paura.
6
postato da , il
non saprei gaetano ma credere in una vita oltre la vita terrena ha un qualcosa di rasserenante. è il dubbio sporge per questo. nonostante io sia ateo ho ammesso di avere paura del nulla  (come un po tutti credo). come ampiamente ho spiegato, riflettuto e scritto una volta in una poesia
5
postato da , il
che credere è un credere dettato dalla paura?
4
postato da , il
tutti hanno paura di morire! Per questo c'è la religione; ma nn si accorgono che così, stando sotto finti dogmi e ipocriti insegnamenti morali, hanno paura anche di vivere e soprattutto di invecchiare. L'unica cosa utile da fare è accettare questa condizione tragica e insensata e godersi fino in fondo tutto ciò che questo enigma chiamato realtà ci ha dato. Certo è vero come lo sono i religiosi, sono codardi anche certi atei che lo sono solo per moda... Come del resto lo sono anche certi religiosi.
3
postato da , il
La fede, come viene fuori proprio da questa frase, è solo paura della morte, che tocca a tutti. Se serve a stare meglio con se stessi, ben venga. Ma se ognuno accettasse di dover morire proprio perchè succede a ogni essere vivente, non ci sarebbe alcuna fede. Siamo sulla terra semplicemente per vivere, non siate così presuntuosi da pensare a scopi più importanti. La razza umana è una semplice "comparsa" sul nostro pianeta, proprio come lo sono state tutte le creature comparse sul nostro pianeta. Questi sono i fatti. Il resto è solo fede.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti