Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cara chiesa, i problemi del mondo non sono i..." di Antonio Prencipe


72
postato da , il
Tina,
sei enigmatica e profonda.
71
postato da , il
Nei secoli passati la religione era come una foresta...
dietro la quale gli eserciti potevano fermarsi e nascondersi...
Dopo tanti tagli di alberi sono rimasti soltanto cespugli...
dietro ai quali ogni tanto si nascondono dei fa-ra-butti...
Occorre perciò stare in guardia contro costoro...
che vorrebbero tirarla in ballo dappertutto e...
respingerli con un proverbio di Schopenhauer:
"Dietro la croce c'è il diavolo"
70
postato da , il
Ora dico pure la mia e la facciamo finita............ LA chiesa è solo una grande maFia che cerca d'indottrinare gente e se ne fotTe della libertà d'espressione o altro..... Chi ha Dio nel cuore non ha bisogno di andare in chiesa o rispettare una "religione" l'importante e comportarsi in modo da non offendere "Dio" e sopratutto averlo sempre nel cuore..... Io da non credente mi comporto secondo la mia coscienza no per paura di finire all'inferno o altro come d'altronde fanno la maggior parte dei credenti e questo non si può negare abbiamo tantissimi esempi : mafiosi, assassini, stupratori, pedofili ecc... ecc.. Ultima cosa, basta scusare la chiesa con la banale e ipocrita scusa: "Sono uomini"...... Come qualunque istituzione pensa solo ai c***i proprio, se non fosse così non ci chiederebbe l otto per mille con i pochissimi nove miliardi di euro che prende all'anno.  Altra cosa dicono che Dio rappresenta l'amore e poi che fanno non vogliono che due persone dello stesso sesso si "amano".  Ma vaf****lo
69
postato da , il
Ciao Dario GRAZIE del commento.......... Rossellinaaaaa cara grazie del commento anche a te ;-)))....... Paolo un abbraccio e grazie come sempre per aver commentato...... Davide ti ringrazio ho capito quello che vuoi dire ma credo che sia meglio che non risponda, questo è un argomento che mi scalda parecchio...... Ciao un abbraccio a tutti.
68
postato da , il
Di una cosa sono convinto: se Gesù decidesse ai giorni nostri di farci visita, credo che o lo richiuderebbero in un manicomio, o lo accuserebbero di eresia o lo vedrebbero come un sovversivo da eliminare. Un cosiddetto sobillatore di popoli. 200 o 300 anni fa lo avrebbero torturato ed ucciso per eresia o stregoneria e la chiesa lo avrebbe anche scomunicato o di peggio, anche se credo che peggio di quello che ha fatto la "santa" inquisizione nel passato lo si possa paragonare a quello fatto da personaggi come Hitler, Stalin, Pol Poth e compagnia bella.

Nonostante il fatto che io non sia più cattolico, Karol Wojtyla è stato per me un esempio e un modello da emulare. In linea di massima a me non piace criticare una religione in particolare, per me sul piano etico hanno tutte uguale libertà di espressione. Piccolo consiglio: criticare una religione non è mai facile. A mio avviso è facile scadere nell'integralismo diventando quasi peggio della religione che si critica. Per questo è sempre opportuno essere e mostrare equilibrio. Un critico che appare integralista e manicheo perde gran parte della sua credibilità! Se Gesù fu il Re dei re, Karol Wojtyla è stato per me il Papa dei papi!

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti