Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cara chiesa, i problemi del mondo non sono i..." di Antonio Prencipe


102
postato da , il
Sì, Charles, non si vede perché l'evoluzione dovrebbe fermarsi; e d'altra parte già abbiamo chiare manifestazioni di mutamenti in atto sia dal punto di vista fisico (aumento dell'altezza, dell'età media) che da quello psichico (incremento del QI medio, bambini sempre più "svegli" intellettivamente, talora davvero sorprendenti). Il nuovo contesto socio-culturale, che è un misto di globalità e tecnologia avanzata, funge da stimolo a questi mutamenti. Di fronte al progredire dei mezzi di comunicazione, che mettono dinanzi agli occhi con evidenza immediata le assurde ingiustizie del mondo, sempre più persone sentono dentro di sé una condizione di grave insoddisfazione, che spesso si muta in vera e propria sofferenza, per le ingiustizie sociali; e la sofferenza aumenta per il senso di impotenza cui ciascuno, a livello individuale, è soggetto. Si vorrebbe reagire, ma non si sa come. Questo è a mio avviso un meccanismo simile a quello dell'ebollizione, che prima o poi farà saltare il "tappo" dell'individualità, conducendo9ci alla scoperta della nostra coscienza (e "forza") collettiva. Non mi riferisco, naturalmente, a partiti, movimenti o rivoluzioni, ma alla scoperta del "noi" dentro il nostro io e dei suoi immensi poteri.
   Senza parlare poi, naturalmente, della circostanza che sempre più persone, malgrado la "cultura" generale di tipo tecnologico tenda a minimizzare, manifestano sensibilità spiccate, se non vere e proprie doti ESP. 
    A confermare dunque l'ipotesi (ma.. era un'ipotesi? :) che prima facevo non vi è la sola teoria dell'evoluzione, ma anche questi mutamenti, insieme alla circostanza che, seguendo il progresso tecnologico, i mutamenti sociali sono divenuti sempre più rapidi: il che potrebbe condurci fuori dal guado con una certa rapidità, soprattutto ove si pensi che ciò E' INDISPENSABILE per la stessa sopravvivenza del genere umano. Se infatti il "potere" dovesse rimanere nelle mani del cieco utilitarismo che oggi lo gestisce, avremmo di fronte a breve termine la schiavizzazione di tutti a fronte del potere di pochi, la probabile creazione di eserciti di cloni geneticamente mutati in schiavi, e come soluzione finale la fine stessa del genere umano.
Credo dunque che ciò che deve avvenire avverrà abbastanza presto, o non avverrà mai più. Quest'ultima alternativa mi parrebbe però illogica ove si facciano i conti con la realtà cui accennavi asserendo che tutto questo "inconsciamente è sempre stato dentro di noi..come un destino che ci lancia segnali in lontananza."
101
postato da , il
Potrei condividere, a chi, penso, non gli è mai sfiorata questa l'idea?, e  forse è perchè inconsciamente è sempre stato dentro di noi..come un destino che ci lancia segnali in lontananza.  Ma , se così fosse...credo che avverrà tra "molto tempo".Giuseppe Anche se rimango sempre combattutto tra il credere a questo, e pensare che invece..la natura dell'uomo è gia stata concretizzata del tutto.
Ma se noi davvero discendiamo dalle scimmie, sarebbe quasi logico dire che hai ragione.
100
postato da , il
...Charles, io non parlavo di un'evoluzione di tipo volontario, ma dell'evoluzione della specie, che va avanti senza la nostra volontà. La linea di potenza e di pensiero, di cui parli, da altro non dipende secondo me che da fattori evolutivi: volume della scatola cranica, organi di "senso" nuovi che superano i cinque ordinari che tutti abbiamo, e di conseguenza percezioni per un verso nuove e diverse, per altro verso più profonde e precise. Queste cose sono già in atto, secondo me: l'uomo del domani è già in cammino, e quando sarà abbastanza diffuso sul pianeta comincerà a rimettere ordine nelle cose, perché sarà costituito da una rete di individui collegati tra loro, che costituiranno una forza via via più potente ed irresistibile.
... E' solo questione di tempo.
99
postato da , il
Ma il Signoraggio è....Cristianooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!???????????????? CATTOLICO_ PROTESTANTE SIC!
98
postato da , il
Tina e Giulio
ho fatto i conti ....ma allora..
non ci resta che...piangere....

...non credo possa durare ancora questo sistema!
non siamo più" ciechi come talpe "e
conosciamo il detto del prete
"Fa quello che dico io e non fare quello che faccio io"

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti