Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Cara chiesa, i problemi del mondo non sono i..." di Antonio Prencipe


107
postato da , il
Capisco.
106
postato da , il
I libri e le parole trasmettono idee. Ma le trasmettono in maniera molto relativa e primitiva, perché parole e scritti vanno interpretati, e possono essere interpretati in mille modi diversi: anche in mala fede. Le idee possono essere trasmesse molto meglio nel silenzio. Il calore del Sole o il freddo della notte non hannp bisogno di interpretazione, perché tutti li sentono. Provati a descrivere a un cieco nato cosa è il colore azzurro... non ci riuscirai mai. O riesci ad aprirgli gli occhi e a farglielo vedere, o non capirà mai cosa dici. Così è di queste "idee". C'è bisogno di forza, di energia per aprire gli occhi ai ciechi. Le parole non bastano. Un forte flusso di calore, invece, può sciogliere il ghiaccio dei poli.  Il "noi" possiede un'energia ancora superiore. Sovrumana è la parola esatta. Meglio quindi usare il fuoco di una candela per accendere una candelina alla volta. Un silenzioso libro vivente rimane fuoco che genera fuoco, e il fuoco prima o poi divampa.
La mutazione è un moto accelerato. Parte pianissimo, ma cresce di velocità ad ogni istante, fino a divenire rapidissimo e inarrestabile. Solo quando il processo è completo la variazione diviene evidente. Essa esclude automaticamente i soggetti che non ne sono partecipi, destinati rapidamente all’estinzione. Solo così potrà cessare il predominio del male nel mondo.  Per forza e necessità.  Del resto, il mondo è sempre andato avanti per forza e necessità. Nulla di nuovo.
105
postato da , il
Probabilmente hai ragione. Il fatto che il nostro "tempo interiore" ci dia l'impressione che non stia avvenendo niente, ciò non vuol dire che nella realtà, non stia avvenendo tutto secondo processo, forse è questo che vuoi dire, o forse non lo hai detto ma lo volevi dire e quindi l'ho detto io... uff... che strazio!....  Ma a volte, si ha la percezione che l'evoluzione faccia parte più del passato che del presente Giuseppe. Basterebbe confrontare i pensatori del 900 con quelli attual, spero tu ti renda conto dell' "enorme" differenza. O forse è anch'esso un processo, menti in quell'epoca dovevano creare per noi che ne faremo parte ?. mhà...sono molte le domande, non è semplice. Per ora.
104
postato da , il
Ti ringrazio della tua spiegazione, ma soprattutto della chiarezza nei concetti espressi. Credo, (ma ovviamente non sono affari miei), che potresti benissimo scriverci un libro in merito a quest'argomento. Secondo me ne hai competenza e capacità.
Buona serata
103
postato da , il
Grazie Mareeeeeeeee un baciooooo........ Io a rispondere a tutti sto commenti non riesco ahahhahahaha non so cosa dire............ un bacio caraaaaaaa........
P.S
Forse so cosa dire ma non mi va di farlo ciaooooooooooooooooo

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti