Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "La felicità consiste nel piacere che segue ad..." di Francescopaolo Calciano


7
postato da , il
è una strana felicità quella che si prova per gli altri... non è pura secondo me.
6
postato da , il
E' vero Francesca...ma non soltando quando superiamo un dolore...ma anche in tanti momenti della vita..un esempio stupido ?io posso essere felice sapendo che tu stai superando i tuoi problemi,oppure posso essere felicwe che una persona che non conosco neanche mi dice avevo un male incurabile e sono guarito.
5
postato da , il
la felicità non risiede in un bisogno o nell'assenza del bisogno, secondo me è l'attimo in cui noi superiamo il dolore e ci ritroviamo rinati.
4
postato da , il
Dada71,io penso che se uno ha un desiderio o un bisogno,è chiaro che se puo soddisfarlo appaga il suo essere e certamente è più felice .
3
postato da , il
E se risiedesse nel avere bisogni/desideri ma senza la necessità di soddisfarli per essere felici? :) La soddisfazione, di un piacere è appunto, una soddisfazione. La felicità è una somma di attimi, nei quali, probabilmente, non ci si sta domandando "è felicità?". Un abbraccio Frà.

p.s. ecco per esempio in un abbraccio si nasconde spesso un attimo di felicità

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti