Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Siamo calamite inverse di Gaetano Toffali


29
postato da , il
a rileggerla scopri un sacco di cose nascoste a prima vista.
pretendere il sale delle lascrime d'amore è un espressione forte.
e finalmente originale!
28
postato da , il
scusate gli errori ma ho la mano dx ingessata e scrivere è un pochito duro
27
postato da , il
verissimo Fiorella e credo che Patrice abbia ragione.
però però leggo poesie da 40 anni e questo scarfone ogni volta che lo rileggo è più bello a mamma sua. che nella mia esperienza è caratteristica delle cose riuscite bene: darti subito un apiacevole sensazione epoi scoprirci dentro sempre di più-
per cui vi ringrazio e bacio ma penso siate state troppo generose con altre mie composizioni inbella e simpatica metrica. ma questa resta, questa ha un briciolo di poesia vera in se.
26
postato da , il
Alcuni versi sono decisamente belli ed emozionanti:
"decisamente tuo se mi vuoi"; "pretendi il sale"; "prendi e dai senza passato";  "nel volerci lasciare siamo cieli spariti".
I versi, pur susseguendosi a ritmo spezzato, a tratti rincorrono la rima ma restano sospesi alla facile comprensione non per la mancata metrica o le volute inversioni, che sono una caratteristica del poeta, ma per il distacco del senso logico che va ricercando il lettore, il quale è costretto a leggerla più volte per arrivare a capire.
Inoltre...quando una poesia, che non ha in sé musicalità, ha bisogno della spiegazione in prosa per afferrarne il senso, perde la vibrazione e la profondità di un respiro che può regalare una immediata emozione.
Con sincera simpatia.
Fiorella
25
postato da , il
raramente quello che noi amiamo viene così amato da altri,a me è piaciuto più altro ma capisco il tuo tenerci..è stata scritta con la carne

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti