Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Il borioso di Giorgio De Luca

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

21
postato da , il
Ciao Barbara, non devi scusarti proprio di nulla, anzi... sono io a ringraziare te per essere intervenuta.
Ribadisco con fermezza che sul mio spazio ci sarà posto solo per quelle persone che mostrano e portano rispetto.
Ci sono tanti insertori su questo sito, leggano loro con  buona pace per tutti.
20
postato da , il
Yeratel, mi stupisce il tuo commento 15) e mi auguro di aver interpretato male la frase: “potreste smettere pure voi... (di pubblicare) diversamente non essendoci precisi canoni di inserzione bisognerebbe accettare!"

Credo che ognuno di noi sia in grado di accettare serenamente il fatto che quello che scriviamo può anche non piacere, ma la sincerità non deve mai, e dico mai, diventare brutalità.
E non deve nemmeno essere esibita come scusante per mascherare ipocrisie, antipatie, o qualunque altro sentimento che nulla a che vedere con la sincerità di pensiero e di opinione.
Quello che invece ritengo non si debba accettare nel modo più assoluto, è la maleducazione, la violenza verbale, le offese gratuite e la mancanza di rispetto nei confronti di chicchessia.

Dove credete arriverà questo mondo, se invece di adoperare gentilezza, educazione e rispetto, ci si “prende a botte” pur di far sentire la propria voce? Non si può accettare questo, come fosse una regola di sopravvivenza!
Se si è sinceri ma gentili, si verrà ripagati con altrettanta affabilità. Diversamente, si innescano meccanismi difficili da gestire e che comunque sconfinano sempre in territori poco piacevoli per chiunque.
Gentilezza non significa ipocrisia!

In ultima analisi, yeratel, direi che non vi è nulla di scandoloso nell'ignorare qualcuno. Così come nella vita reale, che viviamo quotidianamente, vi sono persone che democraticamente
siamo liberi di non frequentare perché incompatibili con il nostro carattere, con i nostri princìpi e quant'altro, o anche solo per un puro senso di antipatia che nasce spontaneo, allo stesso modo siamo liberi di decidere di non interagire con alcuni utenti di un sito letterario, senza per questo diventare colpevoli di alcun
reato.
Ignorare a volte è il modo migliore per rispettare le suddette regole di buona convivenza, qualora fosse appurata l'incompatibilità fra le parti, di qualunque genere essa sia.

Io sono una di quelle persone che ama il quieto vivere, e mi auguro che il cordiale saluto che rivolgo a tutti voi, sia accolto e ricambiato con altrettanta sincerità d'intenti.

P.S. chiedo scusa a Giorgio, per aver approfittato del suo spazio.
19
postato da , il
Alessandro, non è una colpa esprimere la propria opinione, la maleducazione sì.
Non mi sento superiore o "inferiore" a "nessuno".
Accetto le sue scuse nella speranza di poter instaurare in futuro un rapporto basato sulla lealtà, senza condizionamenti.
Saluti
18
postato da yeratel, il
mmmmhhhh.... profonda analisi prosaico/grammaticale all'opera "il borioso"... da solo non sarei arrivato a cogliere tutte le recondite sfumature dei numerosi significati che si celano nello scritto! hihi!!!
17
postato da , il
Me lo auguro.
Ancora un saluto a te yeratel

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati