Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Spesso puoi dare il mondo agli altri ma se non..." di Tindara Cannistrà

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati

47
postato da , il
...o non cpiaanrno...srtnao cmoe il nortso cveerllo reicsa a coidacifre qeutso srcttio ....
il sgreeto sta nel laicsare la pirma e l'ulitma lrettea al lroo potso.
46
postato da , il
Sì Salvatore. Anche io concordo che quello che dici è il risvolto della stessa medaglia!

E' bru(t)ta la sensazione di accorgersi che altri possano essere mal disposti a vedere i doni che ricevono ...

;)
45
postato da , il
proprio così salvatore diciamo che è come se guardassimo 2 facce della stessa medaglia
44
postato da , il
Ora, vi confesso che sono un po’ confuso.
Tindara, dopo il tuo chiarimento e la giusta definizione che da essa ne ha tratto Sir Jo, sono necessariamente obbligato a ricredermi e a rivedere la mia interpretazione.
Confermo il pieno piacere che provo nel leggere e rileggere il motto, compresa la versione rivisitata e proposta da Sir; consentitemi però di esporvi anche la mia parafrasi e se non l’approvate stroncatemi senza pietà. Dunque, nella proposizione reggente io vi ho letto: “ Tu puoi donarti agli altri senza soluzione di continuità e senza preclusioni di sorta…”. Nella subordinata invece “sono gli altri che, essendo maldisposti, sono portati a... eccetera, eccetera”.
Nel lasciarvi vi affermo che è un vero piacere disquisire con voi di ciò che sottoponiamo a critica e non di altro, il vostro Salvatore.
43
postato da , il
proprio così sergio l'ho buttata lì di getto :-) un saluto

Per poter commentare quest'opera devi essere registrato in PensieriParole.Registrati