Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Il poeta è bugiardo." di Gaetano Toffali


126
postato da , il
vorrei inoltre allacciarmi al commento 132 di Alessandro che in modo abbastanza esplicito se la prende per un mio commento (tra l'altro parzialmente) negativo.
una cosa sono i sentimenti espressi un altra è la poesia.
se io scrivo su sentimenti forti come sul fatto che mio padre che è morto è chiaro che tutti sono in simpatia con il mio dolore. ma questo non rende comunque il mio scritto poetico.
lo diventa se attraverso alcuni meccanismi oscuri (arte) ed altri ben conosciuti tecnica) riesco ad esprimerlo in modo massivamente emozionante e condivisibile.
125
postato da , il
ogni tanto mi domando perchè questa mia provocazione abbia ricevuto così tanti commenti.
La premessa, se rileggi i primi commenti era in un termine estremamente ampio della parola "bugiardo" e derivava dall'ovvio fatto che il poeta trasfigura, migliora, enfatizza la realtà. non la riporta mai da cronista.
124
postato da , il
Ma la verita' modificata del poeta, perche' deve essere intesa come bugia, e non come leggera forzatura della realta'?
Questa e' la prima domanda..la seconda: Dove Va Alessandrao a trovare la spontaneita'? Forse nel giardino dei poeti?
123
postato da , il
questa discussione non molla mai... pensavo,come si può afferrare le emozioni se si è bugiardi? posso essere d'accordo se "il bugiardo" si riferisce ad un diverso modo di scrivere e di descrivere.
122
postato da , il
ben venuta a piedi uniti in questa discussione klara :-))

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti