Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Che cosa c'è di sbagliato del volersi ammazzare..." di Francesca Zangrandi


13
postato da , il
non mi annoi affatto.è vero quello che dite tutti voi e sono le cose che più o meno immaginavo deceste.perchè le ho dette anche io ma ora non vedo più oltre a questo pensiero. non quello di uccidersi ma quello dove il mondo ti induce a farlo sensa sensi di colpa.seppelliamo i nostri morti ogni giorno e molti non riescono ad arrivare prima che ciò accada.grazie a tutti
12
postato da , il
Questa sera è l'ultimo commento che ti faccio,non vorrei annoiarti,però il volersi ammazzare..beh!! questo capita quando si è in uno stato d'animo particolare,e il tuo cuore come dice Dana è grande...le avversità bisogna affrontarle sempre.
11
postato da , il
Ce l'ho ben presente la sensazione che descrivi in questo testo. Può capitare anche per motivi che poi ti sembrano inverosimilmente stupidi!
10
postato da , il
Stessa sensazione! Però ormai penso che la forza ed il piacere di vivere bisogna trovarlo in se stessi ... Bisogna avere la forza di aspettare, di cercare e di trovare la fonte della propria forza ...

Cara Fiorella, è bello, quando dici: [più si va avanti e più " viene voglia di vivere"], ma per quanto possa essere bello scoprire altre sfumature, altri mondi mai visti e anche possibile non farcela più, non trovarne e non cercarne più nessuno.

Comunque spero che tutti noi continuiamo a cercare di essere più vivi possibile ...

;)
9
postato da , il
la    osapiù sbagliataè che.... cambia nulla. pochi piangono per un poo, ma poi il tempo allevia tutto. il mondo vaaanti senza fermarsi.
per cambiare   qualcosaè eglio vvere, sic ut simplicitur

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti