Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "Abbiamo imparato, che non possiamo accettare..." di Albert Camus


9
postato da , il
Se lo cerco su internet.
"MONDOeMISSIONE"
lo trovo?
8
postato da , il
È un testo che riporta la
rivista (in abbonamento)
"MONDOeMISSIONE"
Spiega appunto il fallimento della giustizia punitiva che é costituita dalle elevate percentuali di recidività delle persone che sono state in carcere (la media mondiale supera il 60 per cento, con una punta del 72 negli Usa).
È l’eredità di due culture che hanno influenzato la civiltà occidentale: quella greca con la ragione e quella romana con il diritto penale, entrambi negazioni della compassione e della bontà.
7
postato da , il
Ci sto per la giustizia "restaurativa".

Scusa Agatina, la terminologia è tua o è ufficiale?
6
postato da , il
Bea, non piace neppure a me!!!

L'attenzione alla persona, tra giustizia punitiva e giustizia restaurativa:
Vendetta o riconciliazione?

Il carcere, la pena di morte, l’estradizione, l’ergastolo e tutte le differenti modalità di castigo erano una forma di criminalità ufficializzata.
Anche se è un paradigma ancora allo stadio infantile, il nuovo criterio morale delle civiltà più avanzate sarà il criterio della compassione, della bontà, dell’attenzione, si chiama giustizia restaurativa.
5
postato da , il
Agatina non mi piace la giustizia punitiva.
Non mi piace.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti