Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a "C'è mai stato un primo uomo di nome Adamo? È..." di Biagio Russo


4
postato da yeratel, il
Angeli, gli Angeli a parer mio sono la "forgiatura" del nostro essere, la nostra entità interiore che raccoglie il "dubbio" del se stiamo facendo bene o stiamo facendo male...
Serpente, serpente tentatore, l'antitesi dell'entità interiore, l'aculeo sempre presente che sottolinea il fatto che un "palloncino" è più facile forarlo che gonfiarlo...Ci ritroviamo combattuti tra la fatica di "educare" al bene ed il "sollazzo" di farci servire comodamente dal male...
Penso non sia il fatto di innalzare o meno una preghiera ad un "essere" supremo ma il fatto di riconoscere la sommatoria delle nostre potenzialità benefiche ed amplificarle, rispettare forse il male di cui si nutre il nostro "aculeo" e provare a far sì che scoppino minor numero di palloncini possibili.
3
postato da , il
Però sai Dolcepesiero ,Nel  cercare quel nostro “IO” c’è il rischio di trovare risposte che non sei disposta ad accettare.  C’e il rischio di sentire di comprendere dimensioni  inspiegabili . A quel passaggio dobbiamo essere pronti o potremo scoprire che era meglio non “ritrovarsi” Mi preferivo “ sorda” a tutto perché quello che ho “trovato “ mi ha lasciato l’amaro in bocca. E quel” sentire infinito” vorrei  non averlo mai conosciuto.
Dolce, prova a leggere il libro è davvero un testo meritevole interessante di "qualità". Ma devi essere pronta a scoprire e trovare .
Vi sono verità.
Ma non sempre la consapevolezza è un dono.
2
postato da , il
La vita e gli eventi ci risponderebbe ben altro, gentile Dolce Pensiero, se solo l’essere umano cercasse se stesso. Anzi “Se Stesso”. Quella parte dell’Uno che è in noi. Quella parte che, un tempo non tempo, decise liberamente di vivere un’esperienza fisica per godere di ciò che l’Intelligenza Universale ha meravigliosamente creato, ma senza ricordi, senza consapevolezza, senza la conoscenza, per poi ricongiungersi all’Uno al termine del viaggio. Solo un sano percorso di ricerca interiore avvicina alla conoscenza della perfezione generando equilibrio, armonia e capacità di creare. Si, creare. Perché quando si raggiunge la consapevolezza di essere parte di quella Energia Creativa, l’Uno, o Dio se si vuole, allora noi possiamo trasformare i nostri pensieri in esistenza fisica, in Vita. Quell’Essere Interiore  che è in noi è presente, sempre, costantemente, ci parla e ci guida; lo fa comunicando tramite le emozioni, positive se siamo coerenti con il Disegno Divino, o negative se invece ce ne allontaniamo. Purtroppo, gentile Dolce Pensiero, non tutti sono in grado di “percepire”, non tutti sono in grado di “ascoltare”, non tutti hanno la consapevolezza. La consapevolezza va raggiunta da soli, mediante un processo di ricerca, faticoso, ma estasiante. Sono cose che non si possono insegnare: non si può educare un sordo all’ascolto della musica, delle sue vibrazioni, della sua armonia; non avrebbe nessun senso. Questo per dire che chi non è pronto, chi non ha in se il seme della ricerca tesa al miglioramento della propria esperienza spirituale, non può e non deve ricevere la conoscenza. Potrebbe farne sicuramente un cattivo uso. D’altronde “La pietra filosofale non è di chi la vuole, ma di chi la cerca.”
Adamo, Eva ed il Serpente? Sono personaggi che esistono, che trovano le loro origini storiche e reali nelle antiche scritture cuneiformi dei Sumeri. Documenti ricopiati in bella copia dagli scribi sacerdotali assiro-babilonesi ed elaborate, oltre 1000 anni dopo, da quei sacerdoti del popolo ebreo provenienti dalla deportazione a Babilonia ad opera di Nabucodonosor II (VI sec. a.C.).
Per il resto, condivido il suo pensiero, anche se non piccole differenze.
Grazie per il suo commento.
1
postato da , il
La vita e gli eventi ci risponde che tutto quanto elencato non solo esiste ma sta trasformando la terra in un inferno più che ad un Paradiso e questo perchè l'uomo è superbo,non innalza a Dio la sua preghiera per quanto ci ha abbondantemente donato fin dalla creazione del mondo.

Invia il tuo commento

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti