Questo sito contribuisce alla audience di

Commenti a Cleonice Parisi


41
postato da , il
Perchè Viandante nel Cuore e soprattutto per Chi???

Regalatelo ad un figlio stanco ad una figlia spenta,  o regalatelo a voi stessi, a chi amate, a chi si appresta a vivere la vita, a chi non ha le idee chiare, a chi cerca conforto negli altri, a chi troppo spesso rinuncia a vivere.

Regalatelo a chi amate davvero a chi volete veder rifiorire, a chi ha nel cuore la morte a chi non apre più le porte del suo cuore…

Regalatelo a chi attende la fine come se fosse una liberazione, regalatelo a chi si sente diverso dentro e guarda il mondo spaventato, regatelo a chi sente la vita come una gogna, a chi a questa gogna si sente immolato come agnello votato al sacrificio.

Regalatelo a chi non crede in se stesso e per questo non guarda negli occhi il prossimo, buttiamo un seme benevolo nelle terre aride e incolte, chissà che non fiorisca fiore.

BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! L’ora del risveglio è giunto, attraverso me, attraverso le mille voci del vivere, bisogna svegliarsi e aprirsi al domani, oggi domani e sempre…la prima regola e vivere con dignità e responsabilità, riabilitiamo l’esercito della vita, quell’esercito è fatto di uomini che hanno riconosciuto di avere nel cuore un angelo.

In questo libro ci ho visto il seme dei sogni…aiutate chi ha bisogno d’essere aiutato, sviluppiamo nel prossimo l’auto-comprensione, liberiamo gli schiavi, gli autolesionisti, a volte basta poco, una parola detta al momento giusto il cui eco ci accompagna poi per tutta la vita e diventa il nostro motto eterno.
40
postato da , il
Viandante nel Cuore
di Cleonice Parisi

Il Viandante si appresta a compiere il viaggio più impervio, quello che non avrebbe mai creduto di intraprendere, quello che lo spingerà a guardare negli occhi il suo demone.

Camminerà per raggiungersi e tra le strette trame di pensieri ammalati da troppo buonismo, da egoismo venduto per amore, tra rabbie irragionevoli e non, tra la convinzione sempre più salda d’essere una comparsa in una vita che invece gli appartiene, camminerà e troverà la sua saggezza.

“Viandante nel Cuore” vuole essere il placido ruscello raggiunto che di se narra, e che nel suo fluido scorrere tra le aride zolle rinvigorisce flusso.

Lungo un cammino periglioso e svilente, attraverso gesta umili ed ardite imprese, attraverso il passo comune di un uomo tra gli uomini, il Viandante giungerà alla fonte sacra del suo cuore, per svelare attraverso le parole il suo tesoro.

La vita è un altalena andante tra il tutto e il niente, e il Viandante lo sa, per questo continuerà a camminare con passo guardingo nelle buie notti senza luna, per poi correre libero nel sole di un nuovo giorno.

Il viandante sa, che è al di la della montagna che ostacola il suo guardare, il vivere vero, dove lucido entusiasmo, mani pronte a costruire certezze e sorrisi consapevoli lo attendono.

Il viandante sa che è nel suo cuore la mappa unica per raggiungersi
39
postato da , il
Ringrazio Giusva, saluto Silvana, ma a dire il vero non leggo i commenti per scelta...mi limito a poche apparizioni e fugaci interventi...ho molti impegni editoriali in questo periodo.

Approfitterò di questo spazio gentilmente concessomi dai "cavalieri" di Pensieri e Parole, per diffondere un pensiero...opinabile, compreso o non compreso, che resta sempre e cmq il mio pensiero.

Inizierò col presentarvi la nuova edizione di Viandante nel Cuore, riveduto e corretto...

Perdonatemi se non Vi rispondo ai commenti, potrete contattarmi privatamente tramite il post che riattivo in questo sito.

Logicamente risponderò solo a domande e pensieri sensati, gli altri mi perdonino ma la consapevolezza è un fiume sano e scorre lontano dall'acqua stagnante.

Saluto tutti.

Cleonice Parisi
38
postato da , il
Intervengo in prima persona perché ho la fortuna di conoscere entrambe le autrici. Lo spazio dei commenti su questo sito (in altri non lo so, ma qui funziona così) rientra nella teoria della critica positiva, costruttiva, mai distruttiva o inutile.
Se anche lontanamente fosse possibile che Cleonice e Silvana avessero dei problemi, nel momento in cui non ne fanno pubblica menzione non vedo perché terzi debbano insinuare il dubbio nel lettore.

In tutto questo poi è sempre bello e doveroso ricordare che il mondo della poesia, come quello della letteratura in genere, è talmente vasto e variegato che non solo permette la coabitazione di due stili -per taluni uguali, per altri diversi- espressione delle due autrici, ma ne prevede un'infinità. Non credo alla teoria del "mors tua vita mea".

Infine ricordo i lettori che questa pagina è quella dedicata a Cleonice Parisi che, secondo disclaimer (visibile sotto il form commenti) devono riguardare l'autrice in quanto tale. Degenerazioni off-topic verranno rimosse.

Vorrei chiudere queste sterili aggressioni anonime (sia verso Cleonice che verso Silvana) prendendo esempio da una frase Anonima che dice Nella vita, la letteratura ci spalanca la mente e ci è ottima compagna e io aggiungerei "non roviniamola per niente".
37
postato da , il
Hai perfettamente ragione Daniela. Francesco fa bene a restare misterioso.E' una persona molto bella.
Per il resto state fantasticando più  del neccessario non stiamo girando una puntata di CSI.
Vi chiedo di lasciarmi fuori da qualsiasi tipo di polemica.Questo vale anche per Pietro. Concludo col dire che la Cleonice è una persona che stimo molto e le auguro il meglio che c'è. Tutto il resto non mi interessa. Io non faccio parte di alcuna competizione....e non ne ho neppure voglia pertanto vorrei restarne fuori.Sono stanca di tante polemiche e spesso di infinite cattiverie.

Un caro saluto a tutti.

Al momento non è possibile commentare quest'opera.