Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Simone Forleo
Ho scalato muri di parole legate insieme... dall'indifferenza e coerenza. Ho... quasi consumato e smussato le mie speranze bussando a porte invisibili secolari... guardando i vetri nella sua trasparenza. Sostando su zerbini di pazienza, senza vergogna... ho chiesto aiuto a una bianca ipocrisia che mi uccide poco a poco credendo che... mostrando la mia essenza avrei trovato le braccia aperte, purtroppo tra uno specchio e il suo sguardo e... quasi arrivato al punto di dire... ce l'ho fatta comico o pagliaccio ma rendendomi conto, che in me non avevo altro che il nulla Oggi mi sento libero e a braccia aperte volo con il tempo.
Composta venerdì 20 gennaio 2012
Vota la frase: Commenta