Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Francesco Ianný (Vitamin F)
La mia fragilitÓ si Ŕ affacciata alla consapevolezza quando ho compreso di essere una persona variabile. Per anni ho vissuto sentendomi unico, insostituibile e non fraintendibile. Eppure ho incontrato una moltitudine di soggetti in grado di idealizzare la mia figura al punto di stravolgerla completamente, reinventandola dalla radice; molti si sono sbagliati, cosý, ad ogni mia parola, potevo vedere un attacco diretto alla persona che loro vedevano in me.
La mia fragilitÓ pi¨ grande Ŕ proprio questa: essere inesistente per come sono per me agli occhi di chi mi circonda. PerchÚ io vivo con ogni cellula delle mie membra, eppure sofferenze e gioie possono non arrivare agli occhi degli altri, cosý come le mie parole rischiano di mutare durante il tragitto.
Composta mercoledý 24 aprile 2013
Vota la frase: Commenta