Frasi inserite da Carla Compierchio

Questo utente ha inserito contributi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Carla Compierchio
Ricordo quando ti vidi per la prima volta sporgendomi con paura oltre il vetro dell'incubatrice e tu piangevi con quelle tue manine minuscole protese verso l'alto in cerca di qualcuno.
E il mio cuore mi diede uno scossone, lo sentii traboccare di un amore infinito verso te, una piccola creatura indifesa ma che già sentivo tenacemente attaccata alla vita. Ricordo l'uscita dalla tua "casa di vetro", il nostro primo abbraccio, le mie lacrime quando ti ho dato da mangiare la prima volta con il cucchiaino perché avevo paura di non esserne all'altezza, di non riuscire a crescerti tanto piccolo che eri.
Ricordo i tanti giorni incerti, le notti insonni, ma ricordo anche i miei sorrisi quando anche tu ridevi con la tua bocca piccola e sdentata e allora sì che le paure sembravano lontane.
Sei cresciuto, ma il tempo non è passato in fretta, sei ancora un cucciolo che ha bisogno di me (o forse io più di te?).
Sei cresciuto con determinazione e sei bellissimo, fuori e dentro perché tu non conosci il male, la cattiveria, l'odio.
Sei Amore, quello più vero, quello puro.
Composta lunedì 29 settembre 2014
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Carla Compierchio
    La vita: un'alternarsi di emozioni, alcune volte bellissime, altre devastanti.
    Situazioni che non sempre dipendono da noi, dalle scelte che facciamo, dal passato che abbiamo avuto. Perché spesso per quanto ci impegniamo nel progettare le cose, queste vanno non come vorremmo e nascono le domande, i perché, e cerchiamo in tutti i modi degli appigli che il più delle volte si rivelano dei bluff, oppure tiriamo fuori una forza inaspettata e ciò che prima consideravamo un niente diventa un tutto e "saliamo" sulla barca che è la nostra vita e cominciamo a "navigare" con la nuova consapevolezza che il vento può in qualsiasi momento cambiare.
    Composta domenica 28 settembre 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Carla Compierchio
      Parlare e non essere ascoltata. Si parla non certo per imporre il proprio pensiero, ma per avere un confronto con educazione e civiltà. Anche se a volte dire ciò che si pensa senza ipocrisia e falsità può far perdere le persone, perché spesso la tua opinione magari discorde, viene interpretata come un rifiuto dell'altra parte.
      Composta domenica 28 settembre 2014
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di