Scritta da: Antonella Policastrese
Riempiva il vuoto colorando il cielo d'azzurro, punteggiando la terra di fiori, dai più svariati colori. Definiva un tempo in uno spazio senza tempo. Coltivava illusioni, rincorreva sogni. Ma non esistevano i sogni: solo giorni, granelli di una clessidra, respiri di vita. Si perdevano nell'infinito di un mare racchiuso in uno sguardo. Infinito al quale avrebbe appartenuto percorrendo sentieri di cielo, sotto forma di un puntino luminoso tra miliardi di stelle.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Antonella Policastrese
    Senza saperlo un giorno vidi per strada una rosa, la sfiorai appena, passai oltre, ma il suo profumo così intenso mi attraversò le narici che fui sul punto di coglierla. Ebbi paura delle spine che si sarebbero conficcate nelle mie mani nude, ma la bellezza e il desiderio di ritornare in quel punto dove la scorsi non mi abbandonarono più.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Antonella Policastrese
      Si incrociarono i nostri sguardi in un giorno di pioggia. Un istante e all'improvviso il filo del destino unì le nostre vite. Scrivevi i versi del tuo amore sul palmo delle mie mani e la stanchezza delle tue membra svaniva quando appoggiavi il tuo solo pensiero sul mio petto. Labbra vermiglie come fiori che si schiudono al sole si toccavano perdendosi in un bacio lungo prolungato da togliere respiro anche al tempo che scivolava sulle nostre vite. Scorreva l'universo dentro di noi.
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di