Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi inserite da Antonella Coletta

Questo utente ha inserito contributi anche in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Antonella Coletta
Sei un poeta quando nel nulla trovi qualcosa di meraviglioso. Quando la tua donna riesce ancora, dopo anni ad emozionarti. Quando una canzone ti prende allo stomaco. Quando asciughi una lacrima di nascosto. Sei un poeta se ancora i sorrisi dei bambini li difendi. Se non hai timore di dire la tua e vergogna ad emozionarti. Sei un poeta anche se non apri la portiera ad una donna, ma le carezzi il volto dolcemente. Lo sei anche coi calli alle mani se di morbida hai l'anima. Sei un poeta ogni sera, se al ritorno a casa, noti che lei ha messo in un vaso dei fiori nuovi. Se pur stentando ad arrivare a fine mese, ai tuoi figli regali una domenica sugli scivoli o su è giù per le scale. Sei un poeta se ancora osservi la luna e stretti in mano tieni ancora i tuoi sogni!.
Composta venerdì 1 marzo 2013
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Antonella Coletta
    Io scrivo con passione. Faccio l'amore con e per passione. Mi nutro con passione di cibo ed istanti. Difendo le mie idee con passione, il mio cuore e la mia anima. Gli amici cari e le cose cui tengo. Amo i miei affetti con passione e le cose che mi circondano. Mi appassiono ai racconti, alle anime che incontro, alle lingue e al mio lavoro. Non amo le cose a metà. Non amo i giri immensi. Io in ogni cosa mi dono interamente, o mi tiro indietro del tutto.
    Composta venerdì 1 marzo 2013
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Antonella Coletta
      Per tutte le volte in cui il troppo dolore non mi permetteva di tirar fiato e mi sei corsa silenziosa incontro. Per tutte le volte che ho tardato, che son caduta o mi son rinchiusa in me. Per tutte le volte in cui mi hai sorretta, diviso con me risate, segreti e sogni. Per tutte le volte in cui la tua mano l'ho incontrata davvero. Per tutte le volte in cui abbiam diviso qualcosa di magico e solo nostro. Per quante volte mi hai capita e permesso di comprenderti. Perché mi hai perdonata di eventuali mancanze, non mi hai mai né pugnalata, né ferita. Perché hai diviso con me le colpe, e di fette di sorrisi e gioie mi hai riempita. Perché c'eri nei momenti speciali, quelli che il cuore vuol ricordare e soprattutto in quelli bui. C'eri tu e ci sarai sempre.
      Composta venerdì 1 marzo 2013
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Antonella Coletta
        Io credo non sia giusto insistere. Non è che ciò comporti un menefreghismo di fondo, anzi il contrario. Comporta rispetto. Non si può costringere le persone a volerci bene e restarci al fianco sempre e comunque. Non si deve. Non è rispettoso né per noi stessi né per loro. Dopo aver fatto il massimo che puoi per far capire ad una persona che a lei tieni, che la hai a cuore giunge il momento di dire basta. Il lasciar andare indica libertà e affetto vero. Io sono una persona così. Mi chiudo se attaccata. Chiedo spiegazioni e dico in faccia che sto male o che voglio troppo bene. Alla fine mi rendo conto che valgo benissimo anche da sola. Che non posso rincorrere sempre le persone o cercare di capirle. Vorrei esser ascoltata e compresa anch'io. L'unica cosa che resta a volte da fare... è semplicemente lasciare loro la strada libera.
        Composta venerdì 1 marzo 2013
        Vota la frase: Commenta