Le affinità elettive

Frasi dal Libro:Le affinità elettive

Questo autore lo trovi anche in Racconti.
Anno:
2007
Autore:
Johann Wolfgang Goethe
Editore:
Einaudi

Scritta da: gdevil
Per fortuna, l'essere umano riesce a concepire solo un determinato grado di sventura; quel che va oltre lo distrugge o lo lascia indifferente. Ci sono situazioni in cui paura e speranza si fondono, si elidono vicendevolmente e sfumano in una cupa insensibilità. Come potremmo altrimenti sapere i nostri cari lontani in costante pericolo eppure tirare avanti ugualmente con la nostra solita vita quotidiana?
dal libro "Le affinità elettive" di Johann Wolfgang Goethe
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: gdevil
    Non vi è nulla che abbia maggiormente rilevanza, in qualsiasi circostanza, dell'intromissione di un terzo. Ho visto amici, fratelli, innamorati, coniugi i cui rapporti sono completamente cambiati, le cui condizioni si sono del tutto invertite a causa dell'intervento casuale o deliberato d'una terza persona.
    dal libro "Le affinità elettive" di Johann Wolfgang Goethe
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Mara
      Nella lontananza dell'oggetto amato ci sembra di diventare tanto più padroni di noi stessi, quanto più forte è il nostro amore, perché costringiamo interiormente tutta la forza della passione che si espandeva verso l'esterno; ma quanto rapidamente siam subito strappati da questo errore, quando colui al quale credevamo ormai di avere rinunciato, all'improvviso ci sta innanzi di nuovo, indispensabile.
      Composta mercoledì 20 febbraio 2013
      dal libro "Le affinità elettive" di Johann Wolfgang Goethe
      Vota la frase: Commenta