Commenti


12
postato da , il
"Ti rendi conto ch'era meglio cambiare strada": e sulla base di quale criterio, giudizio, valutazione? Non abbiamo accesso ai controfattuali, agli scenari alternativi. Possiamo giocarcela solamente lungo un unico percorso, una traiettoria esclusiva. Opzioni alla "Sliding Doors" riproposte pure dall'oscarizzato "La La Land" sono voli di fantasia a cui la realtà vieta qualsiasi forma di concreta verifica.
11
postato da , il
Speriamo che non sia una strada troppo lunga perche' pensa se ormai stremato arrivi alla fine e ti rendi conto che era meglio cambiare strada
10
postato da , il
Il motivo per cui si rimane delusi per non aver raggiunto qualch'obbiettivo che ci s'era prefissi è il fatto in sé di non averlo raggiunto, valore soggettiv'od oggettivo che sia.
9
postato da , il
Dunque il motivo per cui si rimane delusi per non aver raggiunto qualche obbiettivo che ci si era prefissai, risiede nell' errata cognizione di una data realtà, dove per realtà si intende, non una singola ed oggettiva, ma, bensì, quella moltitudine di speciali realtà , una per ognuno di noi, nella quale il reale valore degli obbiettivi è valutato ed assegnato proprio da ognuno di noi; non è assolutamente predeterminato.
8
postato da , il
"La volpe e l'uva": Esopo, circa mezzo millennio a.C.
"When Prophecy Fails": Leon Festinger, 1956.
L'esperimento del giocattolo proibito ("the forbidden toy experiment"): Aronson e Carlsmith, 1963.

Invia il tuo commento
Vota la frase:8.85 in 13 voti

Disclaimer [leggi/nascondi]

Guida alla scrittura dei commenti

Questo sito contribuisce alla audience di