Scritta da: Silvana Stremiz
È incredibile la rapidità, la precisione, a volte la violenza con cui ci aggrediscono i ricordi. Spesso li richiama un'immagine, una parola, un profumo, il motivo d'una canzone, ma più spesso lampeggiano a tradimento, fulminei, come lame d'acciaio nella notte. Chi sa da dove vengono e perché, quale gioco di cellule impazzite li ha fatti nascere nel misterioso laboratorio del cervello. Precipitano a cascate, si rincorrono, si dissolvono, e per ciascuno c'è una fitta di dolore, un grano di nostalgia, un impulso di collera.
Proiettiamo dentro di noi, ogni giorno, il film più appasionante del mondo e gli altri, intorno, non se ne accorgono.
(da "Una stretta di mano e via")
Vittorio Buttafava
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di