Frasi di Virgilio

Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Giulio Olivieri
Àt nos hìnc aliì | sitièntis ìbimus Àfros,
pàrs Scythiam èt rapidùm | cretaè venièmus Oàxen
èt penitùs totò | divìsos òrbe Britànnos.
Èn umquàm patriòs | longò post tèmpore fìnis
pàuperis èt tugurì | congèstum caèspite cùlmen,
pòst aliquòt, | mea règna, vidèns | miràbor arìstas?

Noi, invece, da qui andremo alcuni dagli assetati Africani, parte (andremo) in Scizia e all'Oasse vorticoso di Creta e dai Britanni completamente separati da tutto il mondo. Oh, ammirerò mai rivedendoli [umquam... videns mirabor], dopo lungo tempo [longo post tempore], i confini della patria (oppure: i patri territori) e il tetto della mia povera capanna fatto di zolle, io dietro una spiga a contemplare il mio regno.
Virgilio
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di