Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Violetta Serreli

Conduttrice, nato mercoledì 20 settembre 1978 a Cagliari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Violetta Serreli
Intellettualoidi amanti di termini vaporosi e vuoti di anima, che concepiscono frasi strutturate. Ironici come un lavandino e possessori di un senso dell'umorismo pari a quello di un feltrino perso tra batuffoli di polvere. Scrivono "ispirandosi a..." e riempiono il loro ego vantando la conoscenza di questo o quel letterato. Solitamente saccenti censori degli umani sentimenti, così banali per menti raffinate come le loro, e sono talmente convinti che il libro sia vita, che dimenticano che la vita è fuori dai libri, e che se non si confrontano con le umane miserie, fino a sprofondare talvolta anche nel patetismo, potranno conoscere mille letterati, ma non sapranno mai conoscere sé stessi.
Composta mercoledì 5 dicembre 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Violetta Serreli
    È così che mi strappi la pelle, tra il velluto di una carezza e la rotondità di un bacio. Consumata da sguardi silenti urlo al mio tutto, e ad al mio nulla. Non ci si pensa mai, a quanto si possa ferire qualcuno. Piano piano lo si perde, ingenuamente, come se per averlo accanto bastasse desiderarlo.
    Composta venerdì 7 dicembre 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Violetta Serreli
      Cari giornalisti affannati e con l'aria sbigottita. Quello che vi ostinate a chiamare maltempo è, nientepopodimenoché, tempo invernale. Ossia, tempo normale. Esattamente come non ha senso che in estate manifestiate il vostro stupore per le alte temperature. Da sempre Estate: caldo, inverno:freddo. Fatevene una ragione.
      Composta lunedì 10 dicembre 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Violetta Serreli
        Quando una persona è abituata ad avere a che fare con imbecilli senza personalità e a comandare le loro emozioni, dà per scontato che nella vita troverà solo altri imbecilli. Poi arriva qualcuno che scopre il gioco vile della manipolazione e l'unica cosa che può fare è mettere da parte la veste di vittima sacrificale per indossare quella, più spietata, delle offese. Spesso è la stessa persona che amorevolmente ha cercato conforto, indifesa, nella fedele e pura culla dei buoni sentimenti e dell'onestà, senza sapere che neppure l'onestà viene risparmiata dalla perfidia.
        Composta giovedì 13 dicembre 2012
        Vota la frase: Commenta