Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Vincenzo Cerrato

Questo autore lo trovi anche in Racconti e in Diario.

Scritta da: Vincenzo Cerrato
Perché in fondo mai nessuno si è seduto di fianco al Lupo nero dicendogli: "Ciao, come stai?"
Nessuno mai è andato da Grimilde e, stringendola al petto, le sussurrava: "Sei bellissima."
Nessuno ha detto a Mangiafuoco: "Ti voglio bene, papà."
Nessuno mai ha offerto una rosa rossa alla Regina di cuori esclamando: "Ho perso la testa per te."
Nessuno è stato tanto cortese con Capitan Uncino da chiedergli: "Serve una mano?"
Nessuno ha mai afferrato con brutale passione Maga Magò dicendole: "Scommettiamo che ti bacio."
Nessuno mai ha spogliato Crudelia De Mon e tra le lenzuola, con impercettibili parole, le ha detto: "Adoro l'odore della tua pelle."
Nessuno nasce, diventa o è malvagio.
A volte ciò che noi definiamo "cattiveria" non è altro che l'amara malinconia di una mancanza. Di un vuoto interiore che è difficile da colmare. Di una assenza che sembra non mutare mai.
Alle volte uno sembra cattivo e invece vuole solo sentirsi dire "Ti voglio bene."
Composta martedì 6 dicembre 2016
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Vincenzo Cerrato
    Stuprami l'anima se vuoi, stuprala se devi. Lasciala offesa, priva di vesti, nuda, come donna del peccato. Inerme, accasciarsi nel fango dello sgomento tra mille sguardi aculei. Che sentenzino. Lascia che cancrenizzino le ferire sotto un cielo stellato di lacrime. Stuprami l'anima, a patto che ogni cicatrice diventi nuovo verso.
    Composta giovedì 7 luglio 2016
    Vota la frase: Commenta