Scritta da: Taurio Luigi soli
Poggiare le mie labbra sulle tue sarebbe stato troppo facile, solo un soffio di rugiada sarebbe bastato per assaggiare la tua passione; ma il tempo ci venne a chiamare, ci venne a dire che dovevamo partire, ed io capii di aver perso un'opportunità. È dolce, com'è dolce il ricordo, vivido oggi pur avendo attraversato immensi attimi; quei ciuffi d'erba verde smeraldo frusciano al vento ancora adesso, li posso sentire. Mai rimpianto fu più grande; il mondo ti chiama talvolta, e tu non puoi fare altro che voltarti e seguirlo. Fu quel giorno che cominciai a serbare odio profondo verso il tempo, e capii che quel meraviglioso momento, vivido come la vita e leggero come il sogno, non sarebbe mai più ritornato.
Tommaso Gattai
Composta domenica 1 novembre 2015
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di