Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Sarah Sarotti

Nato (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Indovinelli, in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

È troppo tardi...
è troppo tardi per cercar d'averti accanto, troppo tardi dirti che ti amo, tardi per portarti le mie rose.
Il nodo alla gola è sempre più stretto mentre li sul tuo letto io ti vedo ancora e sulle lenzuola sento il tuo profumo.
Stringo il tuo cuscino forte al cuore e penso alle tue carezze, al tuo grande amore che ti ha spinta a sacrificare la tua vita per salvar la mia.
Al mattino quando mi sveglio è ancora tutto vivo, come se ti vedessi ancora li priva di vita sul lettino d'ospedale e non posso fare a meno di pensare a quel giorno che mi porto dentro da così tanti anni e che non voglio più contare.
E sento ancora la tua voce dentro me guardando le foto di noi due sulla spiaggia... tu che mi tenevi per mano ed io con solo quattro anni, piccina e ignara di quanto la vita sarebbe stata crudele con te, che eri solo amore, dolcezza e comprensione.
E vedo ancora il tuo viso, il tuo sorriso, la tua voglia di ridere e di vivere, di far del bene a tutti, la tua gentilezza e la benignità, la tua prontezza a perdonare e capire i limiti degli altri.
E vorrei gridare dal dolore, quel dolore che non si è mai spento per averti persa cara mamma, quel dolore che mai si spegnerà fino al giorno in cui ti riavrò tra le mie braccia, quando finalmente saremo per sempre insieme e nessuno ci potrà più separare, così come la morte non ha potuto cancellare il mio amore per te.
Vota la frase: Commenta
    Sta nuovamente cadendo la pioggia, tutti corrono al riparo tranne me.
    Malgrado i miei capelli si bagnino io non mi muovo e penso a te.
    Ma tu sei lontano ormai, sono settimane che non ci vediamo ed io non ho il coraggio di telefonarti più.
    La mia anima ringrazia la pioggia, mi sento tranquilla per un momento,
    come se queste lacrime dal cielo portassero via un po' di questo dolore per averti perso.
    Rientro a casa, mi infilo sotto la doccia calda, il dolore è di nuovo presente, insopportabile, piango di cuore, ma tu non lo sai, non sei più con me.
    Non uscirei più da qui, vorrei stare a piangere per ore e lo farei se sapessi che questo servisse a farti uscire dal mio cuore.
    Vorrei chiudere gli occhi e dimenticare il mio dolore, i ricordi, gli sbagli, le paure che mi porto dentro.
    Sembrano secoli i giorni lontano da te, così vuoti e silenziosi da far paura.
    Per me è un tempo indefinito, un tempo che trascorre senza scopo.
    Senza di te ogni cosa è priva di senso, di forma, di colore, senza un suono, senza temperatura, privo di fragranza di vita...
    Come un mondo che rimane immobile a causa della tua assenza!
    Ventiquattro ore senza di te sono come un buco nero, un vuoto profondo, che cerco di riempire con qualcosa, ma infine mi arrendo perché quel qualcosa è sempre inutile, incolore, inodore, silenzioso, vuoto, privo d'ogni senso.
    Quel qualcosa non sei tu!
    Vorrei che tu tornassi indietro, vorrei che mi dicessi: ho bisogno di te, ho bisogno del tuo amore per esistere, così come ora lo sento io per te!
    Vota la frase: Commenta
      I sentimenti provati una volta,
      puri, sinceri, pieni di vita,
      di stupore, di calore;
      quegli eterni attimi vissuti profondamente dentro di noi,
      con sincerità d'animo, non li scorderai mai.
      Basta un gesto, una parola, un sorriso
      ed ecco che riaffiorano alla mente.
      La gioia riappare viva dentro di te,
      il cuore batte veloce e ti regala nuovamente
      quelle stupende sensazioni
      che sono inconsciamente parte di te,
      delle emozioni provate per qualcuno
      che hai amato.
      Vota la frase: Commenta