Scritta da: Rosita Matera
La libertà era un seme d'oro che un giorno Dio mise nel cuore dell'uomo. Da quel giorno, l'uomo ebbe il potere su se stesso e su ogni creatura di poter sciogliere ogni catena, ogni nodo e ogni barriera, se solo l'avesse desiderato. Quello stesso giorno un uccellino finì intrappolato in un rovo di spine. L'uomo, impietosito dal verso lamentoso del passerotto, lo afferrò con delicatezza liberandolo dalle acuminate spine che lo tenevano prigioniero. Dio, colpito da quella storia, donò un paio d'ali a tutti gli uccelli esistenti al mondo, affinché fossero in grado di salvarsi dai pericoli volando oltre gli ostacoli. E fu da allora che gli uccelli divennero per noi simbolo di sconfinata ed eterna libertà.
Rosita Matera
Composta sabato 25 aprile 2015
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di