Questo sito contribuisce alla audience di

In dirittura d'arrivo
addirittura lo scrivo
con la premura di un mimo
intento a rappresentare una scena in mezzo a un'arena che per suo vezzo s'arena su quel piccolo particolare, per lui fondamentale.
Okay,
ora tutti seri metto il delay
l'eco è femmina così com'è lei
pagherei, per dormirle accanto ma come d'incanto stare sveglio senza battere ciglio, senza alcuno sbadiglio
il cuore pompa troppo forte per il suo odore l'amo a morte l'odio a volte forse troppe ma chi se ne fotte
rotte le cuffie rotte le scatole, per il rotto della cuffia fuggire da mentali scatole
aprire gil orizzonti sui tramonti lontani solo sfiorando-le mani le nostre dita aeroplani mentali
provare troppo dolore all'atterraggio forse troppo amore nel viaggio
sembra sempre sia stato solo un assaggio
ora impalpabile mero miraggio sembra il nostro retaggio
che sbatti!
Colpo di rullante suono martellante poi "dish" piatti!
Composta mercoledì 4 luglio 2012
Vota la frase: Commenta